Sono state già effettuate da un paio di giorni a questa parte, ai legittimi beneficiari, le ricariche di luglio 2020 del reddito di cittadinanza il cui importo accreditato, per non finire nella tagliola delle decurtazioni, dovrà essere speso interamente entro la fine del prossimo mese di agosto.

Pagamenti reddito di cittadinanza, si incassa e si spende senza lasciarlo sulla Postepay

Il reddito di cittadinanza si incassa, infatti, e si spende senza che venga lasciato e risparmiato sulla carta Postepay associata. D'altronde sono tanti i modi per poter spendere il reddito di cittadinanza, così come ci sono pure tanti acquisti di beni e di servizi vietati.

Cosa si può fare col reddito di cittadinanza

Nel dettaglio, con il reddito di cittadinanza si può fare la spesa, acquistare medicine, pagare visite specialistiche, saldare le bollette di luce, gas, telefono e Tari, ma anche pagare il canone di locazione, pagare la rata del mutuo dell'abitazione principale e, tra l'altro, pure acquistare abbigliamento non di lusso. Così come con il reddito di cittadinanza è ammesso pure l'acquisto di piccoli elettrodomestici, di libri e di giocattoli per i propri figli.

Cosa non si può fare con il reddito di cittadinanza

Il reddito di cittadinanza è incompatibile con tutti quegli acquisti di beni e di servizi che non risultano essere, oggettivamente, di prima necessità ed anche non etici. Ed allora, per esempio, con il reddito di cittadinanza si può acquistare il vino ma non i superalcolici, si può comprare l'abbigliamento ma non gli articoli di pelletteria e di gioielleria. Con il reddito di cittadinanza, inoltre, non si può pagare la pay-Tv, non si può giocare d'azzardo e non si possono fare acquisti sui siti di e-commerce. Off-limits pure i servizi assicurativi e di investimento, ed i servizi di trasferimento di denaro.