Tra un paio di giorni partiranno gli accrediti relativi alla mensilità di marzo 2020 del reddito di cittadinanza. Come al solito i fondi arriveranno su carta Postepay senza necessità di recarsi presso gli uffici postali. La data da cerchiare sul calendario, in accordo con quanto è stato riportato da gds.it, è quella di venerdì prossimo, 27 febbraio del 2020.

Saldo carta del reddito di cittadinanza: dove, come e quando

Per verificare l'accredito del reddito di cittadinanza su carta Postepay basta recarsi in un qualsiasi sportello automatico Postamat di Poste Italiane presso il quale, tra l'altro, è possibile prelevare contante con la card nei limiti previsti. Ma ai tempi del coronavirus, pur tuttavia, si raccomanda vivamente di non uscire di casa e di controllare il saldo, muniti di credenziali, dal sito Internet ufficiale del reddito di cittadinanza, oppure dal portale dell'Istituto Nazionale per la Previdenza Sociale (Inps).

Controllo ricarica reddito di cittadinanza sul web, serve SPID

Per l'accesso online al saldo della carta del reddito di cittadinanza, ricordiamo che serve essere in possesso delle credenziali di SPID, il sistema unico di accesso con identità digitale ai servizi online della pubblica amministrazione. Dal sito Inps, inoltre, l'accesso è consentito pure con codice fiscale e PIN dispositivo, con la Carta Nazionale dei Servizi e con la nuova Carta di identità elettronica 3.0.

Reddito di cittadinanza, si resta a casa pure per la fase 2

Così come non c'è bisogno di uscire di casa per controllare la ricarica sulla carta Postepay del reddito di cittadinanza, allo stesso modo non c'è bisogno di recarsi presso i Centri per l'Impiego almeno fino alla metà del mese di maggio del 2020. E questo perché, a causa del coronavirus, i colloqui presso i CPI sono sospesi, e lo stesso dicasi per gli incontri finalizzati alla firma del Patto per il Lavoro.