E' di 90 giorni, da oggi, il conto alla rovescia per la scadenza del reddito di cittadinanza. Ci riferiamo a coloro che, accolta la domanda, hanno presentato l'istanza di accesso subito, ovverosia in concomitanza con il lancio nei primi giorni del mese di marzo del 2019, e con la prima mensilità erogata su carta Postepay il mese successivo.

Ultima ricarica a settembre 2020 per chi è percettore di reddito di cittadinanza dall'aprile 2019

Nel dettaglio, per i primi a chiedere il reddito di cittadinanza il sussidio scadrà nel mese di settembre del 2020 con il pagamento della 18esima ed ultima mensilità intorno al 27 dello stesso mese.

Reddito di cittadinanza, la decadenza automatica di 18 mesi

In altre parole, la domanda di reddito di cittadinanza decade dopo 18 mensilità caricate sulla carta Postepay, e quindi si perde il diritto che, mantenendo i requisiti di accesso, può essere ripristinato attraverso la presentazione di una nuova istanza.

Come si presenta la domanda per ottenere l'Rdc per tre anni complessivi

Nel dettaglio, chi percepirà la 18-esima mensilità del reddito di cittadinanza a settembre 2020 potrà ripresentare domanda a novembre 2020, ovverosia trascorso un mese dalla decadenza. Se, come la prima, pure la seconda domanda di reddito di cittadinanza viene accettata, allora in famiglia sarà possibile percepire il sussidio per altri 18 mesi.

I canali online ed offline per presentare richiesta di reddito di cittadinanza

Per presentare o ripresentare domanda di reddito di cittadinanza i canali ufficiali online sono rappresentati dal sito Inps e da quello istituzionale redditodicittadinanza.gov.it. Oppure sul territorio alla Posta o avvalendosi di servizi dei Caf e dei patronati.