Dopo l'Rdc, reddito di cittadinanza, che è una misura di sostegno al reddito già attiva da un anno, sta per arrivare pure il Rem, Reddito di emergenza, per aiutare famiglie e cittadini rimasti senza stipendio e senza compensi a causa del lockdown

Reddito di emergenza atteso con il decreto aprile, soldi subito con autocertificazione?

Sono queste, infatti, le attese in vista del decreto aprile del Governo italiano che, per l'accesso al reddito di emergenza, dovrebbe permettere un accesso sprint tramite autocertificazione in accordo con quanto è stato riportato dal sito notizieora.it. Il che significa che prima si metteranno i soldi in tasca alle famiglie in difficoltà a causa del blocco delle attività produttive, e poi si andranno ad effettuare i dovuti controlli.

Col il Rem sarà stop all'allargamento del reddito di cittadinanza?

Con il varo del reddito di emergenza che, si presume, sarà transitorio per una durata stimata di due mesi, ovverosia aprile e maggio del 2020, dovrebbe essere nello stesso tempo archiviata l'idea di andare ad allentare i requisiti di accesso al reddito di cittadinanza che al momento arriva a circa 2,5 milioni di persone.

Reddito di emergenza per chi non ha altre forme di sostentamento 

E' lecito, in ogni caso, supporre che, con ragionevole certezza, chi prende il reddito di cittadinanza o la cassa integrazione sarà escluso dall'accesso al reddito di emergenza. Le fasce di popolazione da sostenere con il Rem, infatti, sono tutte quelle famiglie che non hanno ammortizzatori sociali o altre forme di sostentamento includendo, tra l'altro, pure coloro che, in questo momento drammatico per il nostro Paese, lavorano, anzi lavoravano in nero.