Dopo l'istituzione del reddito di emergenza, grazie al Decreto Rilancio, e dopo il via libera alla presentazione online delle domande dal sito Internet dell'Inps, ad oggi le richieste di Rem hanno superato la soglia delle centomila. Questo è quanto infatti, attraverso la piattaforma di microblogging Twitter, ha reso noto Nunzia Catalfo, il ministro del lavoro e delle politiche sociali nel Governo Conte II, nel ricordare come l'importo del sussidio parta da 400 euro ed arrivi fino a 800 euro mensili per una potenziale platea di beneficiari pari a poco più di 2 milioni di cittadini.

Istanze Rem online dal sito Internet dell'Inps oppure rivolgendosi ai patronati

Delle oltre 100mila domande di reddito di emergenza presentate ad oggi, 100.258 per la precisione, 63.140 sono state presentate direttamente online dal sito Internet dell'Inps, e le restanti 37.118 avvalendosi dell'assistenza da parte dei patronati in accordo con quanto ha comunicato proprio l'Istituto Nazionale per la Previdenza Sociale con una nota.

Domande di reddito di emergenza destinate ad aumentare in maniera esponenziale

Quando è trascorsa meno di una settimana dal lancio del reddito di emergenza, i numeri sulle domande presentate sono destinati a crescere in maniera esponenziale anche perché i termini per la presentazione online delle istanze, salvo eventuali proroghe, scadono il prossimo 30 giugno del 2020

Mensilità reddito di emergenza, sono 2 fino a 800 euro

In base alla composizione del nucleo familiare, e nel rispetto degli altri requisiti di accesso al sussidio istituito in via transitoria, l'importo riconosciuto per il reddito di emergenza varierà da un minimo di 400 euro ad un massimo di 800 euro mensili, come sopra accennato, per una durata pari a due mensilità.