Sono attualmente 11 milioni le persone che in Italia hanno percepito, tra bonus, indennità e sussidi, delle prestazioni Covid, dal reddito di emergenza al bonus 600 euro, poi portato a 1.000 euro per il mese di maggio del 2020, e passando per la cassa integrazione ed i congedi parentali.

Bonus, indennità e sussidi a 11 milioni di persone per complessivi 15 miliardi di euro

In accordo con i dati riportati dall'Istituto Nazionale per la Previdenza Sociale, riferisce il sito tg24.sky.it, bonus, indennità e sussidi sono stati attualmente erogati a 11 milioni di persone per un spesa a carico dello Stato italiano che si attesta, contro gli effetti negativi legati alla pandemia di coronavirus, a 15 miliardi di euro complessivi alla data del 17 giugno del 2020.

Pagamenti Inps al 17 giugno del 2020, ecco tutti i numeri

Disaggregando i dati forniti dall'Inps, 451.746 pagamenti hanno riguardato il bonus baby sitting e campi estivi, 464.599 i congedi parentali, e ben 4,06 milioni di pagamenti per il reddito di ultima istanza, ovverosia per il bonus 600 euro per il mese di marzo e di aprile del 2020. 

Cassa integrazione, 4,7 milioni di pagamenti anticipati dalle imprese

A questi pagamenti si aggiungono altre 5,3 milioni di erogazioni che sono relative alla cassa integrazione, ma di questi ben 4,7 milioni sono i pagamenti della CIG che,  favore dei lavoratori, sono stati anticipati dalle imprese.

Domande di reddito di emergenza pronte a superare la soglia delle 400.000

L'Inps ha inoltre fornito un nuovo aggiornamento sulle domande di reddito di emergenza che, ad oltre un mese dalla chiusura dei termini per la presentazione delle istanze, sfiorano quota 400 mila. Per l'esattezza, attualmente le domande di reddito di emergenza si attestano a 390.000 alla data del 18 giugno del 2020.