Il reddito di emergenza, misura anti Covid varata del Governo a titolo transitorio, non è a priori incompatibile con l'avere un lavoro. Il reddito di emergenza, come peraltro riporta e conferma il sito notizieora.it, non è infatti un sussidio destinato prevalentemente ai nuclei familiari con tutti i componenti occupabili senza un posto di lavoro, ma a tutte quelle famiglie che rispettano i requisiti Isee, di reddito e di patrimonio, e che non rientrano, inoltre, nelle cause di esclusione dalla misura.

Requisiti di occupabilità per l'accesso al reddito di emergenza, non sono previsti

Nel dettaglio, come peraltro si legge nella brochure Inps sul Rem, i requisiti di base per l'accesso al reddito di emergenza non solo legati all'occupabilità, ma all'Isee che deve essere inferiore alla soglia dei 15.000 euro unitamente al valore del reddito familiare, per il mese di aprile del 2020, che deve essere inferiore alla soglia pari all’ammontare mensile del beneficio, ed al valore del patrimonio mobiliare familiare che non deve superare i 10.000 euro.

La soglia del patrimonio mobiliare per accedere al Rem

Tale valore sul patrimonio mobiliare è comunque innalzabile fino a un massimo di 20.000 euro, e precisamente di 5.000 euro per ogni componente successivo al primo e/o in presenza, nel nucleo familiare, di un componente in condizione di disabilità grave oppure di non autosufficienza così come riportato nell'Isee.

Porte sbarrate al reddito di emergenza, le cause di esclusione 

Ma lo sbarramento, per l'accesso al reddito di emergenza, arriva pur tuttavia dalle cause di esclusione che sono tante. Per esempio, sono esclusi dal Rem tutti i percettori di reddito di cittadinanza, tutti i titolari di pensione diretta o indiretta, con l'eccezione del solo assegno ordinario di invalidità, e tutti quelli che hanno preso il bonus 600 euro. Esclusi dal Rem pure tutti i titolari di un rapporto di lavoro dipendente quando la retribuzione lorda risulta essere superiore alla soglia massima di reddito familiare individuata, precisa altresì l'Inps, in relazione alla composizione del nucleo.