Resto al Sud, la misura grazie alla quale i liberi professionisti e gli imprenditori, fino ai 45 anni di età, possono accedere ad incentivi per mettersi in proprio nelle Regioni del Mezzogiorno, sarà estesa pure a quelle del Centro Italia, ed in particolare per le zone terremotate di Lazio, Umbria e Marche.

Resto al Sud apre al Centro per dare slancio alla ripresa dell'economia nel cratere sismico

Ne dà notizia ItaliaOggi.it nel precisare che l'estenzione di Resto al Sud sarà portata in Consiglio dei Ministri al fine di dare slancio alla ripresa dell'economia delle zone colpite dal sisma del 2016.

Finanziamento Resto al Sud, il 35% è a fondo perduto

Con una dotazione finanziaria complessiva che attualmente è pari a 1,25 miliardi di euro, con Resto al Sud è possibile avviare iniziative imprenditoriali accedendo ad un finanziamento, a copertura delle spese ammissibili, che è per il 35% a fondo perduto, e per il restante 65% tramite sistema bancario ma con l'intervento del Fondo di Garanzia per le PMI, e con gli interessi del prestito a carico dello Stato tramite la concessione di un contributo di copertura.