Per chi ha maturato un credito fiscale, ed aspetta il rimborso Agenzia delle Entrate, spesso i tempi di accredito sono molto lunghi, mentre in altri casi le somme spettanti vengono acquisite in tempi relativamente rapidi in ragione del tipo di istanza e/o del modello di dichiarazione presentato.

Rimborso fiscale con il modello di dichiarazione dei redditi 730

Per i rimborsi del Fisco, infatti, la via più veloce è quella di chiederli tramite la presentazione del modello di dichiarazione dei redditi 730. In tal caso, riporta laleggepertutti.it, le somme spettanti saranno rimborsate direttamente in busta paga, da parte del datore di lavoro, se si è lavoratori dipendenti, oppure dall'ente previdenziale che eroga la pensione se si è pensionati.

Pagare le tasse con il rimborso fiscale, possibile grazie alla compensazione

Chiedere all'Agenzia delle Entrate un rimborso fiscale non sempre, pur tuttavia, rappresenta la scelta giusta se, per esempio, nei mesi successivi ci saranno delle tasse da pagare. In tal caso, infatti, è meglio mantenere il credito al fine di compensarlo su F24, in tutto in parte, con i debiti fiscali.