Come rinnovare il passaporto scaduto ai tempi del coronavirus? Il Decreto legge n. 18 del 17 marzo 2020, emanato per far fronte all’Emergenza Covid-19, ha inciso sulle scadenze di atti amministrativi e autorizzazioni.

Rinnovare il passaporto è un’operazione che deve essere compiuta ogni dieci anni, ossia entro la scadenza prevista dalla normativa vigente (nel caso in cui il documento sia stato rilasciato ai maggiorenni).

Anche se organizzare le vacanze è fuori luogo visto il periodo di emergenza Covid-19 e le norme restrittive che impongono di evitare gli spostamenti inutili, è comunque bene sapere come fare per rinnovare il passaporto, quali sono i documenti per passaporto e come richiedere il passaporto elettronico.

Rinnovare passaporto ai tempi del Covid-19: a chi rivolgersi?

Il passaporto è quel documento necessario per viaggiare all’estero valido anche ai fini dell’identificazione.

Il passaporto elettronico o cartaceo che sia può essere utilizzato solamente per attestare l’identità di una persona, ma non può autorizzarne la libera circolazione.

Molti non sanno che alla scadenza del passaporto questo non può essere rinnovato, ma bisogna richiederne l’emissione di uno nuovo.

Il rinnovo del passaporto va richiesto ad uno dei seguenti uffici competenti:

  • stazione dei Carabinieri;
  • Questura;
  • ufficio comunale;
  • ufficio passaporti del commissariato di Pubblica Sicurezza;
  • ufficio postale.

Vista la situazione di emergenza Covid-19 l’accesso agli Uffici Passaporti della Questura è limitata ai soli casi di comprovate esigenze di lavoro, motivi di salute e ad altre situazioni di necessità che l’interessato dovrà documentare adeguatamente.

Onde evitare il contagio coronavirus è bene evitare di sostarsi fisicamente e di rinnovare il passaporto mediante la presentazione dell’istanza online.

Basta un click per rinnovare il passaporto senza doversi spostare dalla propria abitazione:

le istanze possono essere prodotte per via telematica inoltrando la richiesta alla PEC della Questura di riferimento.

L’accesso personale agli uffici per l’eventuale ritiro dei titoli di viaggio (passaporti) sarà garantito a coloro che versino nelle circostanze che consentono lo spostamento di persone.

Passaporto elettronico: come funziona?

Il Passaporto elettronico è un documento di identità che consente di entrare in qualsiasi paese del mondo, salvo restrizioni personali e in certi casi accompagnato da un visto.

Il passaporto online è un libretto di 48 pagine, che richiama esteticamente il vecchio passaporto cartaceo.

La copertina del passaporto elettronico contiene un microchip che memorizza i dati anagrafici, la foto e le impronte digitali del titolare.

In questo modo consente di identificare immediatamente la persona grazie alla possibilità di passare la pagina di copertina sotto un lettore ottico.

Il passaporto elettronico viene rilasciato dalla Questura o dall’ufficio passaporti del Commissariato di Pubblica Sicurezza presenti nel vostro luogo di residenza.

E’ necessario recarsi personalmente per la rilevazione delle impronte digitali e per la firma dei documenti.

Per meglio organizzare il rilascio del passaporto online ed evitare code, la Polizia di Stato ha creato il servizio online Agenda Passaporto.

Documenti per passaporto: quali presentare? 

Chi vuole richiedere il rinnovo del passaporto dovrà presentare i seguenti documenti:

  • un documento originale e una fotocopia,
  • modulo stampato della richiesta di passaporto,
  • la richiesta firmata dal soggetto interessato,
  • la firma di entrambi i genitori nel caso in cui il richiedente sia minore,
  • il passaporto in scadenza.