"I rischi globali si stanno intensificando, Ma la volontà collettiva di affrontarli sembra mancare." A pochi giorni dalla riunione annuale di Davos, dove sarà grande assente quest'anno il presidente americano Donald Trump, il World Economic Forum (WEF) punta il dito contro il deterioramento dei rapporti tra Stati sullo scacchiere economico e geopolitico mondiale. Avvertendo che la crisi ha raggiunto ormai livelli preoccupanti e potrebbe produrre uno stallo su molti dei dossier internazionali più urgenti, dalla lotta ai cambiamenti climatici alla cybersicurezza.



WEF: il rapporto sui rischi 

La fondazione elvetica - organizzatrice del tradizionale appuntamento economico che riunirà in Svizzera, tra il 22 e il 25 gennaio, i rappresentanti di più di cento governi e mille fra le più grandi società globali - ha pubblicato ieri, insieme alla nuova edizione del Global Risks Report, un sondaggio dal quale emerge un quadro piuttosto fosco sulle aspettative di analisti e decision-makers rispetto al futuro della cooperazione internazionale.