Non cambia la view cauta degli analisti che su Azimut ribadiscono la raccomandazione "hold", con un prezzo obiettivo a 18,4 euro.

Banca Generali: giudizi contrastati dopo i dati del mese scorso

Contrastate invece le strategie suggerite per Banca Generali che nei giorni scorsi ha fatto sapere di aver chiuso maggio con una raccolta netta positiva pari a 475 milioni di euro, con un totale da inizio anno che sale a 2,4 miliardi di euro.     

Gli analisti di Banca IMI hanno definito il dato di maggio superiore alla media mensile implicita nella loro stima sull'intero 2019, confermando così il rating "add" su Banca Generali, con un target price a 23,4 euro.

A puntare sul titolo anche i colleghi di Mediobanca Securities che hanno una raccomandazione "outperform", con un fair value a 27 euro, entrambi confermati dopo che la raccolta del gruppo da inizio anno si è rivelata in linea con le loro aspettative.

Più cauti gli analisti di Kepler Cheuvreux che su Banca Generali hanno un rating "hold", con un prezzo obiettivo a 26 euro, malgrado il broker abbia evidenziato che la raccolta del gruppo da inizio anno dia elevata visibilità alla sua stima per l'intero 2019, pari a 4,2 miliardi di euro.

Non si sbilancia neanche Banca Akros che sul titolo mantiene invariata la raccomandazione "neutral", con un target price a 26,5 euro.

Per gli analisti la raccolta di maggio è stata superiore alle attese e questa è una buona notizia che dimostra come la rete di Banca Generali è ancora in grado di attrarre raccolta, in linea con la guidance e superando le aspettative di Banca Akros.