In una giornata segnata da forti vendite a Piazza Affari, non si arresta la caduta rovinosa di Saipem che dopo l'affondo di ieri continua a perdere inesorabilmente terreno.

Saipem affonda ancora con volumi boom dopo crollo di ieri

Il titolo, dopo aver archiviato la sessione della vigilia con un affondo di circa il 10%, quest'oggi ha provato timidamente a rimettere la testa sopra la parità, salvo imboccare ancora la via delle vendite.

Negli ultimi minuti Saipem, che mostra maggiore debolezza del Ftse Mib, passa di mano a 1,887 euro, con un affondo del 3,75% alimentato da volumi di scambio elevati.

Fino a questo momento infatti sono transitate sul mercato quasi 14 milioni di azioni, già al di sopra della media degli ultimi 30 giorni pari a circa 11,8 milioni di pezzi.

Saipem resta stretto nella morsa dei ribassisti e continua a scivolare pericolosamente verso i minimi storici aggiornati lo scorso 16 marzo a 1,7735 euro.

A mandare a fondo il titolo sono stati i risultati societari diffusi ieri dal gruppo, cui il mercato ha riservato un'accoglienza estremamente negativa.

Saipem: i numeri del 1° semestre 2020

Saipem ha archiviato il primo semestre con una perdita netta di 885 milioni di euro rispetto all'utile di 14 milioni dello stesso del 2019, mentre il risultato netto adjusted è stato negativo per 132 milioni di euro, contro l'utile di 60 milioni del primo semestre dello scorso anno.

I ricavi sono scesi del 18,7% a 3,675 miliardi di euro, mentre l'Ebitda è calato da 574 a 271 milioni e l'Ebitda adjusted ha riportato una contrazione del 41,4% a 355 milioni di euro.

L'Ebit è in rosso di 711 milioni contro l'utile di 262 milioni del 2019 e l'Ebit adjusted è passato da 308 a 42 milioni.
L'indebitamento nettodel gruppo è salito da 1,08 miliardi di inizio anno a 1,36 miliardi di euro, mentre gli investimenti tecnici sono aumentati da 135 a 195 milioni.

Nella prima metà del 2020 Saipem ha acquisito nuovi ordini per un totale di 4,84 miliardi di euro, rispetto ai 9,54 miliardi dell'anno precedente e alla fine del primo semestre 2020 il portafoglio ordini ammontava a 22,25 miliardi di euro, di cui 3,31 miliardi da realizzarsi entro quest'anno.

Saipem: i conti del 2° trimestre

Con riferimento al secondo trimestre, Saipem ha riportato una perdita di 616 milioni di euro, mentre il risultato netto adjusted è negativo per 123 milioni.

I ricavi sono scesi del 36,4% a 1,5 miliardi di euro e il margine operativo lordo adjusted si è ridotto ad un terzo da 332 a 115 milioni di euro.

Come detto prima il mercato sta punendo e non poco Saipem dopo la diffusione dei risultati societari, con le banche d'affari che si esprimono in vario modo sul titolo.

Saipem: Equita, conti deludenti e outlook incerto

Non abbandona un atteggiamento improntato alla cautela Equita SIM che sul titolo ribadisce la raccomandazione "hold" con un prezzo obiettivo a 3,1 euro.

Per gli analisti i numeri del secondo trimestre di Saipem sono stati inferiori alle attese, tranne la posizione finanziaria netta.

Quanto all'outlook, la SIM milanese lo definisce incerto, evidenziando che lo scenario resta caratterizzato da molta incertezza, senza dimenticare che c'è scarsa visibilità sulla velocità di recupero del prezzo del petrolio. 

Saipem: Fidentiis vede taglio stime consenso 2020

Cauti anche i colleghi di Fidentiis che al pari di Equita SIM assegnano a Saipem una raccomandazione "hold", con un range valutazione compreso tra 2 e 2,2 euro.

Gli analisti fanno sapere di attendere una revisione al ribasso delle stime di consenso 2020 dopo i dati presentati ieri da Saipem.

Saipem: backlog unica nota positiva. La view di Akros e Intesa

A mantenere una view bullish su Saipem è invece Banca Akros che conferma il rating "buy", con un target price tagliato da 3,7 a 3,5 euro.

Questa mossa riflette una rivisitazione verso il basso delle stime 2020 dopo i risultati deboli e inferiori alle previsioni diffusi ieri dal gruppo.

Banca Akros però evidenzia che il backlog resta alto e la posizione finanziaria netta si conferma solida.

Ad apprezzare la robustezza del backlog è anche Intesa Sanpaolo, secondo cui questa è l'unica buona notizia arrivata dai conti di Saipem, definiti inferiori alle stime.

Alla luce dei dati diffusi ieri, gli analisti hanno deciso di mettere in revisione rating e target price.