In una giornata segnata dalle vendite a Piazza Affari, spicca ancora di più il movimento in netta controtendenza di Salvatore Ferragamo.

Il titolo, dopo aver chiuso la sessione di ieri con un rialzo dello 0,2%, quest'oggi mette a segno un bel rally, conquistando la prima posizione nel paniere del Ftse Mib.

Ferragamo sale in netta controtendenza sul Ftse Mib

Salvatore Ferragamo negli ultimi minuti si presenta a 18,15 euro, con un progresso del 3,8%, dopo aver segnato nell'intraday un massimo a 18,29 euro.

Molto vivaci i volumi di scambio visto che fino ad ora sono transitate sul mercato oltre 1,6 milioni di azioni, quasi il triplo della media degli ultimi 30 giorni pari a poco meno di 600mila pezzi.

Salvatore Ferragamo si riporta così su valori di prezzo lasciati alle spalle a metà settembre, portando avanti il recupero partito dal bottom del 21 ottobre quando le quotazioni hanno raggiunto un nuovo minimo storico a 15,81 euro.

Da quella data il titolo ha vissuto solo due sedute in negativo, peraltro con ribassi contenuti, e oggi continua a catalizzare gli acquisti sulla scia dei conti diffusi ieri a mercati chiusi.

Ferragamo: i risultati dei primi 9 mesi dell'anno

Salvatore Ferragamo ha archiviato i primi nove mesi dell'anno con un utile netto in calo da 64,1 a 59,97 milioni di euro, ma escludendo l'impatto dei nuovi principi contabili il dato si attesta a 63,14 milioni di euro.

In crescita i ricavi che sono saliti del 2,3% a 994,36 milioni di euro, mentre il margine operativo lordo adjusted è sceso dell'1,5% a 146,77 milioni di euro. L'Ebit adjusted ha riportato una flessione più ampia del 5,7% a 96 milioni di euro.