Il mercato giapponese ha registrato un aumento dei ricavi del 2,1%, con un andamento positivo sia nel canale retail che in quello wholesale.

Per l'Ebitda adjusted si segnala un rialzo del 4,1% a 34 milioni di euro, mentre l'Ebit adjusted è calato dell'1,2% a 17 milioni di euro.

Nel primo trimestre Salvatore Ferragamo ha registrato una posizione finanziaria netta adjusted positiva per 179 milioni di euro, al netto dell’effetto del principio contabile IFRS16, in crescita rispetto ai 141 milioni dello stesso periodo del 2018.

Includendo l’effetto del principio contabile IFRS 16, la posizione finanziaria netta del gruppo è negativa per 486 milioni di euro.

Ferragamo: focus sulle azioni principali del gruppo

Il management di Salvatore Ferragamo ha fatto sapere che, in un contesto macroeconomico e di mercato caratterizzato da una permanente complessità, le azioni principali del gruppo rimangono concentrate sulla valorizzazione della comunicazione di brand, sulla ottimizzazione dei processi e della struttura organizzativa, in continuità con i programmi avviati a partire dal secondo semestre 2018 che costituiscono il presupposto per una crescita sostenibile nel medio periodo.

Ferragamo promosso da Societè Generale dopo i conti

Come anticipato in apertura, il mercato ha riservato un'accoglienza entusiastica ai conti del primo trimestre, premiando il titolo con una pioggia di acquisti, favoriti anche dagli upgrade di alcune banche d'affari.

Gli analisti di Societè Generale hanno migliorato il giudizio su Salvatore Ferragamo da "sell" a "hold", con un prezzo obiettivo invariato a 20 euro.