Non si ferma la corsa al rialzo di Saras che anche oggi ha continuato a guadagnare terreno a Piazza Affari.

Sara ancora in rialzo dopo il rally di ieri. Volumi boom

Il titolo, dopo aver chiuso la sessione di ieri con un rally di quasi il 10%, oggi ha allungato ulteriormente il passo, fermandosi a 0,507 euro, con un progresso del 2,01%.

Molto vivaci i volumi di scambio, visto che a fine giornata sono transitate sul mercato oltre 20 milioni di azioni, più del doppio della media degli ultimi 30 giorni pari a circa 8,8 milioni di pezzi.

Saras galvanizzato dall'ingresso di Trafigura nel capitale

Saras da ieri è schizzato verso l'alto dopo la notizia da cui si è appreso che Trafigura, società di trading petrolifero di Singapore controllata da Farringford Foundation, ha acquisito una quota del 3% e ha comunicato di voler interagire con Saras come socio di supporto.

Trafigura è uno dei più grandi trader di commodity: nel 2019 ha scambiato 2,2 miliardi di barili di greggio, oltre ad altre commodity, per un fatturato da 172 miliardi di dollari e un EBITDA di 2,1 miliardi di dollari.

Trafigura ha impianti di stoccaggio e infrastrutture in tutto il mondo e gli analisti di Equita SIM evidenziano che l'interesse di un trader di commodity ad un raffinatore non è una novità, ricordando il caso di Vitol che ha acquisito 6 raffinerie per una capacità complessiva di 480mila barili al giorno.

La capacità produttiva di Saras è di 300mila barili al giorno, con un unico impianto in Sardegna.

Le valutazioni delle operazioni recenti nel settore della raffinazione sono risultate in media a 8 volte il rapporto enterprise value/ebitda e ad un valore di 25mila dollari per barili al giorno di capacità.

Saras: ecco quale sarebbe per Equita un premio M&A

Nel caso si apra una fase di M&A sul titolo, gli analisti di Equita SIM ritengono che la valutazione più coerente possa essere raggiunta con i multipli sull’EBITDA utilizzando le stime 2021 o 2022.

Il range di riferimento è tra 6 e 8 volte il rapporto enteprise value/EBITDA che porterebbe il valore di Saras, usando le stime di Equita SIM, intorno a 0,6-0,86 euro per azione per il 20210 e a 0,86-1,29 euro per il 2022.

Le valutazioni per capacità produttiva hanno una ridotta significatività per il contenuto di asset non legati alla raffinazione che ne incrementavano il valore.

Oggi Saras tratta a circa 3.000-4.000 dollari per barili al giorno di capacità rispetto ad un costo di costruzione di circa 15.000 dollari per barili al giorno e un range di valore di M&A tra 21.000 e 29.000 dollari.

Non cambia intanto la strategia di Equita SIM che su Saras mantiene invariato il rating "buy", con un prezzo obiettivo a 0,6 euro.