Per il versamento delle imposte Irpef e Ires, risultanti dalla dichiarazione dei redditi 2020, c'è ancora tempo per pagare senza l'applicazione di sanzioni in quanto la scadenza standard, quella del 30 giugno, è stata spostata di tre settimane. 

La mini proroga Irpef ed Ires con il DPCM del 27/6 pubblicato nella Gazzetta Ufficiale

Come riportato dal sito leggioggi.it, infatti, sulle scadenze Irpef e Ires c'è la mini proroga al 20 luglio del 2020 che è stata anticipata con un comunicato dal Ministero dell'Economia e delle Finanze il 22 giugno scorso, e che poi è stata resa ufficiale ed operativa con il DPCM del 27/6 che, due giorni dopo, è stato pubblicato nella Gazzetta Ufficiale.

Versamento di Irpef e Ires anche entro il 20 agosto del 2020 con la maggiorazione

La nuova scadenza dei versamenti Irpef e Ires 2020, inoltre, sposta al 20 agosto del 2020 la scadenza ultima per il pagamento delle tasse con una maggiorazione pari allo 0,40%.

La proroga al 20/7, inoltre, va ad interessare pure il versamento dell'Iva e dell'Irap per quei contribuenti che non rientrano nelle disposizioni del Decreto Rilancio di sospensione dei versamenti per il saldo dell'Irap 2019 e per il versamento del primo acconto del 2020 come riporta anche in questo caso il sito leggioggi.it.

Mini proroga è boccata d'ossigeno, ma di breve durata per partite Iva, artigiani e commercianti

La mini proroga Ires e Irpef, per le partite Iva, per gli artigiani, per i commercianti ed i piccoli imprenditori è però una boccata d'ossigeno di breve durata dopo il lockdown. Non a caso i partiti di opposizione all'attuale Governo in carica, come riporta il Corriere.it, avrebbero preferito di netto la proroga dei versamenti al 2021.