In una giornata in cui a Piazza Affari il Ftse Mib si muove in territorio leggermente positivo, faticando però ad allontanare con decisione dalla parità, spicca la brillante performance delle utility.

Utility in forte rialzo a Piazza Affari

In cima al paniere delle blue chips troviamo Terna con un rialzo del 2,79%, tallonato da hera che sale del 2,78%, mentre Snam e A2A si apprezzano del 2,33% e del 2,17%.

Ben intonati anche Italgas ed Enel che avanzano rispettivamente del 2,11% e dell'1,27%.

Molto bene anche i titoli a minore capitalizzazione con Acea in rally di quasi il 6,5%, seguito da Iren e Ascopiave che guadagnano rispettivamente il 2,22% e l'1,84%, mentre Erg e Falck Renewables salgono dell'1,67% e dell'1,91%. 

Utility: per Kepler il contesto positivo durerà ancora

A favorire vivaci acquisti sul comparto contribuisce un report diffuso oggi da Kepler Cheuvreux, nel quale gli analisti parlano di un contesto positivo per le utility che scambiato peraltro con un premio a doppia cifra rispetto alla media storica.

Il broker evidenzia che le società regolamentate stanno vivendo un periodo d'oro grazie da una parte ai tassi negativi e dall'altra al progressivo calo del debito che permette di incrementare gli investimenti verso la transizione energetica.

Secondo gli analisti questo scenario positivo è destinato a durare, anche considerando che il Governo italiano, azionista di riferimento in molte delle società del comparto, non ha fretta di tagliare i rendimenti.