Con la pandemia di coronavirus investire sui mercati azionari è diventata una scelta molto rischiosa in quanto al momento la volatilità è alle stelle. Il che significa che, comprando titoli di società quotate, in una-due sedute è alto il rischio di guadagnare molto ma anche di perdere tantissimo

Restare liquidi quando cresce il rischio sui mercati azionari, conviene?

In questi casi e scenari la soluzione migliore è quella di stare alla finestra, ovverosia rimanere liquidi lasciando i soldi fermi e sempre a disposizione sul proprio conto corrente online. Pur tuttavia, nel fare la scelta di difendere i propri risparmi lasciando i soldi sul conto corrente, l'investitore si espone sempre all'erosione del valore del denaro generata dall'inflazione

Inflazione, il nemico invisibile anche senza investire

Considerando l'andamento dei prezzi al consumo negli ultimi dieci anni, infatti, 1.000 euro fermi per dieci anni si trasformeranno, in termini di potere d'acquisto, in 900 euro, mentre gli stessi 1.000 euro rapportati a 20 anni diventeranno 720 euro in accordo con quanto è stato riportato dal sito notizieora.it nel precisare, inoltre, che il calcolo è stato effettuato al netto peraltro dell'aggravio delle tasse.

Soldi conti correnti online, possono perdere valore in ogni caso

Con o senza investire, quindi, il denaro depositato in banca è sempre e comunque a rischio. Al riguardo non c'è peraltro una ricetta sicura per permettere quantomeno di difendere la liquidità dall'erosione dell'inflazione, ragion per cui anche per i prodotti e gli strumenti finanziari a basso rischio, l'unica strada è quella di investire quantomeno quella quota di denaro che, si presume, non sarà toccata nel medio e nel lungo periodo.