E' difficile, se non impossibile, prezzare in maniera razionale il pericolo di vita, ed è per questo che sui mercati azionari si sta passando dai crolli ai mega-rimbalzi mettendo a dura prova la tenuta nervosa di risparmiatori e di investitori.

I consigli di Enrico Trevisan, esperto di finanza comportamentale

Pur tuttavia, chi ha soldi attualmente investiti in Borsa dovrebbe smettere di guardare i listini azionari in quanto anche questa crisi passerà. Questo è quanto, in estrema sintesi, consiglia Enrico Trevisan, esperto di finanza comportamentale, in accordo con quanto è stato riportato da Repubblica.it.

Borse, meglio abbandonare gli aggiornamenti in tempo reale

Nel dettaglio, in questo momento storico l'investitore in Borsa dovrebbe prima chiedersi se è necessario vendere. Se non è necessario allora è meglio non andare a seguire l'attuale saliscendi giornaliero dei listini azionari in quanto non è una buona palestra per i nervi. E' infatti meglio abbandonare gli aggiornamenti in tempo reale ed attendere tempi migliori armandosi di pazienza.

Mercati azionari e coronavirus, niente sarà più come prima?

D'altronde è inutile negare il fatto che l'epidemia di coronavirus ha sconvolto non solo il nostro modo di vivere, ma anche il mondo della finanza con crolli sull'azionario senza precedenti. Piazza Affari al riguardo non è sfuggita al sell-off a partire dalla seduta choc dello scorso 12 marzo con il FTSE MIB crollato al close del 16,92% come riporta IlSole24Ore.

Quello del 12/3 per Piazza Affari è stato il peggior giorno di scambi della sua storia stracciando la chiusura a -12,48% del 24 giugno del 2016 quando nel Regno Unito i cittadini decisero a sorpresa, con una maggioranza risicata, di uscire dall'Unione Europea.