Quando si investe sui mercati finanziari spesso si dice che le crisi sono le migliori per investire con un'ottica di medio e soprattutto di lungo termine. Ma nello stesso tempo, pur tuttavia, sorge pure l'esigenza di evitare che i soldi, magari i sudati denari di una vita vadano in fumo. In altre parole, come evitare che, ai tempi del coronavirus, i propri risparmi vengano letteralmente azzannati dalla pandemia di Covid-19?

Risparmi azzannati dal coronavirus, le perdite diventano definitive solo se si vende

Innanzitutto, in materia di investimenti, c'è da dire che con il crollo del marzo scorso, a causa della pandemia di coronavirus, nessun titolo, strumento o prodotto finanziario è stato risparmiato dalla pesante caduta. Inoltre, se i risparmi sono stati azzannati dal coronavirus le perdite diventano definitive solo se si vende, mentre se si aspetta gli asset possono magari risalire di prezzo così come è avvenuto nella prima metà del corrente mese di aprile del 2020

Il parere dell'esperto sugli investimenti e sulla pianificazione finanziaria

Questo è quanto, tra l'altro, ha riportato il sito notizieora.it citando un'intervista che, all’agenzia stampa Adnkronos, è stata rilasciata da Massimo Bocci che, manager e private banker di Azimut Global Advisory, è esperto nella pianificazione finanziaria e nella gestione degli investimenti.

Difendere il risparmio passando dall'azionario all'obbligazionario, è la scelta giusta?

Per difendere i risparmi, inoltre, la scelta di spostare gli investimenti dall'azionario all'obbligazionario potrebbe non essere quella giusta. E questo perché nessun titolo che si acquista è privo di rischio, così come l'obbligazionario nei prossimi anni potrebbe rendere poco in ragione del fatto che i tassi di interesse, fissati dalle banche centrali, potrebbero rimanere bassi ancora per molto tempo.