In Italia sul conto corrente, già da tempo, la liquidità in eccesso non rende nulla, ma con lo spauracchio di applicazione di tassi negativi è alto il rischio che i correntisti vadano a caccia di soluzioni alternative

Conto corrente bancario, il dilemma della liquidità in eccesso

Perché pagare la banca per mantenere i soldi sul conto corrente è una prassi che in Italia è ancora sconosciuta. Sono allora davvero i soldi sotto il materasso l'unico antidoto ai tassi negativi sui conti correnti

In realtà il denaro sotto il materasso, o magari in una cassetta di sicurezza, perde valore in ragione del tasso di inflazione, anno dopo anno, mentre sul conto corrente, anche senza tassi negativi, il rendimento è in ogni caso negativo a causa dei costi e delle spese applicate dalla banca per la tenuta del rapporto

In altre parole non c'è bisogno dell'introduzione dei tassi negativi per pagare la banca per tenere i soldi sul conto corrente, ma gli istituti di credito, costretti a dover far fronte a margini di guadagno sempre più risicati a causa dei bassi tassi di interesse, devono a loro volta inventarsi qualcosa