Sospensione mutui proprio per tutti? Anche per i morosi? Nel caso in cui prima dell'arrivo dell'emergenza coronavirus fossi stato in ritardo con il pagamento delle rate del mio mutuo, posso accedere lo stesso alla moratoria sui mutui? Sì, la risposta è positiva. Posso accedere anche io alla sospensione del mio mutuo? Anche perché un'ulteriore difficoltà oggettiva (emergenza coronavirus) si somma ad una difficoltà soggettiva.

Cosa avviene in estrema sintesi? Molto semplicemente la sospensione dei mutui potranno richiederla anche i morosi, ossia quelle persone che fino a 90 giorni prima dell'entrata in vigore della sospensione non erano in regola con i pagamenti delle rate del proprio mutuo. Questa precisazione arriva dallo stesso sito della Consap, sulla cui home page sono forniti tutti i chiarimenti del caso, e vengono date tutte le istruzioni per accedere al fondo Gasparini dedicato ai proprietari di immobili (prima casa) che si trovano in difficoltà.

Sospensione mutui per i morosi, le istruzioni

Ricordiamo che il fondo Gasparini esiste dal 2010. Fin dall'inizio era stato pensato per aiutare quanti stavano acquistando la prima casa. Attraverso il Decreto Cura Italia, si è voluto ampliare la portata del fondo stesso, aumentando la casistica e semplificando la domanda, per chi avesse necessità di accedere alla sospensione del mutuo. In queste ore Cosap ha voluto precisare che possono presentare domanda il proprietario di un immobile adibito ad abitazione principale, titolare di un mutuo contratto per l'acquisto dello stesso immobile non superiore a 250 mila euro. Una delle caratteristiche principali è la seguente: il mutuo, necessariamente, deve essere in ammortamento da almeno un anno al momento della presentazione della domanda.

Sospensione mutuo: quali sono le altre caratteristiche per accedere? La Consap mette in evidenza che nel momento in cui il titolare del mutuo sia in ritardo con il pagamento delle rate, lo stesso ritardo non debba essere superiore ai 90 giorni consecutivi. In questo modo viene aperta la possibilità di un aiuto a chi avesse già una difficoltà pregressa. Altra regola è che nel caso in cui il mutuo fosse cointestato a due o più persone, è sufficiente che le condizioni di cui sopra, sussistano nei confronti anche del solo mutuatario che ha subito l'evento.



Sospensione mutui: tempi accoglimento domande

Quali sono i tempi in qui la sospensione del mutuo viene accolta? I tempi dovrebbero essere rapidi: dal giorno della comunicazione al cliente dell'esito positivo dell'istruttoria, la banca dovrebbe sospendere l'ammortamento del mutuo entro 30 giorni lavorativi. Nel caso in cui ci si trovi di fronte a dei mutui cartolarizzati o oggetto di obbligazioni bancarie garantite ai sensi della legge 130/1999, il tempo massimo previsto è di 45 giorni lavorativi.