Con la conversione in legge del "Decreto Agosto" sono diventate ufficiali le modifiche alla disciplina del Superbonus 110% sulle ristrutturazioni per il miglioramento dell'efficienza energetica degli edifici. Le modifiche erano state date per certe dal sottosegretario di Stato alla Presidenza del Consiglio dei Ministri, Riccardo Fraccaro, in alcune dichiarazioni rese in precedenza.

Con la conversione in legge del "Decreto Agosto" sono diventate ufficiali le modifiche alla disciplina del Superbonus 110% sulle ristrutturazioni per il miglioramento dell'efficienza energetica degli edifici. Le modifiche erano state date per certe dal sottosegretario di Stato alla Presidenza del Consiglio dei Ministri, Riccardo Fraccaro, in alcune dichiarazioni rese in precedenza.

Superbonus 110: la definizione di accesso autonomo

Gli emendamenti recepiscono alcune richieste giunte al governo da parte di cittadini e imprese interessati a utilizzare il Superbonus. La prima modifica precisa il concetto di accesso autonomo indipendente: si tratta di un accesso autonomo dall'esterno, "non comune ad altre unita' immobiliari, chiuso da cancello o portone d'ingresso che consenta l'accesso dalla strada o da cortile o da giardino  anche di proprieta' non esclusiva". In questo modo, spiegava Fraccaro, è possibile considerare edifici unifamiliari tutti quelli che hanno un accesso autonomo anche da aree comuni esterne (allargando la platea dei potenziali beneficiari).

Superbonus 110: le asseverazioni sullo stato legittimo di immobili plurifamiliari

Il secondo emendamento riguarda le asseverazioni dei tecnici abilitati in merito  allo stato legittimo degli immobili plurifamiliari. Il decreto precisa che dette asseverazioni "e i relativi accertamenti dello sportello unico per l'edilizia sono  riferiti esclusivamente alle parti comuni degli edifici interessati dai medesimi interventi". Si tratta di una precisazione chiesta dai professionisti (geometri, ingegneri, architetti, avvocati e commercialisti) dato che con la previsione precedente una eventuale irregolarità su una singola unità abitativa poteva compromettere i lavori su tutte le parti comuni.

Superbonus 110: l'assemblea di condominio anche in videoconferenza

L'ultimo emendamento introduce la possibilità, se non già prevista dal regolamento condominiale e previo consenso di tutti i condomini, che la partecipazione all'assemblea possa avvenire in videoconferenza. Con questa modifica il legislatore intende agevolare lo svolgimento delle assemblee condominiali (non solo per decidere interventi Superbonus, beninteso) in una fase in cui può risultare difficoltoso effettuare riunioni numerose rispettando le misure di sicurezza e distanziamento.