Target +80,5%. Riciclaggio dei rifiuti: il business del futuro

Nel report di oggi presenteremo una nuova società specializzata nel riciclaggio dei rifiuti, uno dei business più promettenti del prossimo futuro. Di P.Crociato

Nel report di oggi presenteremo una nuova società specializzata nel riciclaggio dei rifiuti, uno dei business più promettenti del prossimo futuro.La settimana appena trascorsa ha evidenziato nuovamente decisi rialzi per i nostri portafogli, favoriti dalla buona intonazione dei mercati azionari e dagli indicatori che fanno intravedere un miglioramento della situazione economica a livello globale. Il modello di trading veloce, composto da soli quattro titoli che cambiano ogni settimana, ha fatto segnare il progresso maggiore, con un rialzo pari a +12,74% nelle ultime cinque sedute, favorito dalle ottime performance di BWAY Holding Company, quotata al Nyse con simbolo BWY. Dal 2 giugno 2009, data della nostra raccomandazione, questa azienda che fabbrica contenitori in metallo e plastica per l’industria, ha fatto segnare un guadagno record, pari a +24,69%, dopo un rialzo negli ultimi sei mesi pari a +129,5%. Il titolo rimane in portafoglio anche per questa settimana, mentre Virgin Media, simbolo VMED e Aercap Holdings, simbolo AER sono da vendere oggi dopo le ottime performance rispettivamente di +7,5% e +14,22% in soli 5 giorni dalla nostra raccomandazione di martedì scorso. Nel report di oggi dedichiamo ampio spazio a tre società leader che presentano ampi potenziali di crescita.Titolo 1: Il peperoncino in portafoglio – Target +41%Siamo certi che, anche in questa fase di rallentamento dell'economia, con beneficio per la nostra nuova azienda, i consumatori americani continueranno a versare il peperoncino in polvere sui deliziosi piatti messicani e il pepe macinato sulle T-Bone Steak, facendo lievitare utili e dividendi per questa società. La prima azienda di cui parliamo oggi è sicuramente uno dei leader mondiali nel settore alimentare ed in particolare viene da sempre considerato come il gigante delle spezie, dal momento che sotto il marchio della società, dal 1889 vengono commercializzate svariate centinaia di spezie in numerosi mercati mondiali. La quota del mercato negli Stati Uniti è vicina al 50%, con i diretti concorrenti allineati a livelli sensibilmente inferiori.