Un finale di settimana scoppiettante per Telecom Italia che oggi sale per la terza seduta consecutiva, con un movimento in controtendenza rispetto al Ftse Mib che lo porta ad occupare la prima posizione nel paniere delle blue chips.

Telecom Italia svetta sul Ftse Mib con volumi molto forti

Il titolo, dopo aver chiuso la sessione di ieri con un progresso di tre quarti di punti, scatta in avanti oggi, salendo del 2,86% a 0,547 euro, con volumi di scambio esplosivi, visto che fino ad ora sono transitate sul mercato oltre 150 milioni di azioni, già più del doppio della media degli ultimi 30 giorni pari a circa 67 milioni di pezzi.

Telecom Italia: i conti del 3° trimestre e dei primi 9 mesi 2019

Telecom Italia catalizza gli acquisti sulla scia dei risultati trimestrali diffusi ieri in serata.
Il gruppo ha archiviato il periodo in esame con ricavi totali in flessione del 6,1% a 4,429 miliardi di euro.

L'Ebitda organico è stato pari a 2 miliardi di euro, mentre gli investimenti sono scesi dell'8,7% a 795 milioni di euro, di cui 585 milioni in Italia.

Nei primi nove mesi del 2019 Telecom Italia ha riportato un utile netto reported attribuibile ai soci della controllante pari a 852 milioni di euro e in termini comparabili sarebbe in riduzione di 198 milioni rispetto allo stesso periodo del 2018.

I ricavi sono scesi del 4,6% a 13,42 miliardi di euro, mentre il margine operativo lordo è aumento del 4% a 6,01 miliardi di euro.

A fine settembre l'indebitamento finanziario netto rettificato è pari a 24,31 miliardi di euro, in riduzione rispetto ai 25,27 miliardi di inizio anno.