Telecom vola con news dividendo e non solo. Un buy appetibile?

Telecom Italia scatta in avanti sul Ftse Mib all'indomani dei conti e del nuovo piano industriale, ma arrivano anche novità dal Brasile. La strategia suggerita da varie banche d'affari.

Image

A dispetto dell'andamento altalenante del Ftse Mib, prosegue in deciso rialzo la seduta di Telecom Italia che oggi si mette in evidenza, registrando una delle migliori performance tra le blue chips.

Telecom Italia reagisce con forza dai nuovi minimi storici

Il titolo, reduce da quattro sedute consecutive in forte calo, dopo aver archiviato la giornata di ieri con un affondo di ben sei punti percentuali, oggi ritrova la via dei guadagni, muovendosi con una certa vivacità.

Telecom Italia negli ultimi minuti passa di mano a 0,3837 euro, con un rally del 4,49% e forti volumi di scambio, visto che fino ad ora sono transitate sul mercato oltre 170 milioni di azioni, contro la media degli ultimi 30 giorni pari a circa 87 milioni di pezzi.

Telecom Italia: i conti del 2019. Torna dividendo per le ordinarie

Il titolo catalizza gli acquisti sulla scia dei risultati diffusi ieri dal gruppo che ha chiuso il 2019 con un risultato netto attribuibile ai soci della controllante positivo per 1 miliardo di euro, rispetto al rosso di 1,4 miliardi dell'anno precedente.

I ricavi totali si sono attestati a 17,97 miliardi di euro, in contrazione del 5,1%, segnalando che la riduzione è attribuibile principalment alla business unit domestic.

L'Ebitda confrontabile di gruppo è salito dell'1,2% a 7,5 miliardi di euro, mentre l'equity free cash flow si è attestato a 1,7 miliardi di euro, con un incremento di oltre 1,1 miliardi.

L'indebitamento finanziario netto confrontabile al 31 dicembre si è ridotto di 1,4 miliardi di euro da fine 2018 e di 473 milioni di euro rispetto al 30 settembre 2019, attestandosi a 23,84 miliardi di euro.

Sulla base dei risultati conseguiti nel 2019, il Cda ha deliberato, per la prima volta dall'esercizio 2013, una proposta di pagamento del dividendo pari ad 1 centesimo di euro per azione ordinaria.

Rapportato ai valori correnti del titolo,  la cedola offre un rendimento del 2,6%.

Il dividendo proposto per le azioni risparmio rimane invariato a 2,75 euro centesimi di euro, con uno yield del 7,21% rispetto alla chiusura odierna a 0,3814 euro.

Telecom Italia: concessa esclusiva a KKR per sviluppo rete in fibra

Da segnalare che Telecom Italia ha deciso di garantire un periodo di esclusiva al fondo KKR Infrastructure in qualità di partner finanziario per lo sviluppo della rete in fibra in Italia. La decisione è stata presa a seguito della presentazione di una un’offerta non vincolante per l’acquisto di circa il 40% della rete secondaria fibra/rame di TIM ed in vista dell’auspicata integrazione con Open Fiber.

Telecom Italia: i target del piano industriale 2020-2022

Sempre ieri Telecom Italia ha svelato il nuovo piano industriale per il triennio 2020-2022 che rivede al rialzo alcuni obiettivi, in continuità con il precedente, grazie ai risultati conseguiti nel 2019, superiori alle aspettative.

Nel dettaglio il gruppo preved di realizzare una generazione di cassa di 4,5-5 miliardi di euro tra il2020 e il 2022 e di conseguenza accelererà la riduzione del debito netto after lease.

Le stime indicano un dato inferiore ai 20 miliardi di euro entro il 2021, rispetto ai 20,5 miliardi indicati in precedente. I ricavi di gruppo organici da servizi sono attesi in leggera riduzione nel 2020 tra lo 0% e il 5% e in lieve crescita nel 2021-2022, tra lo 0% e il 5%.

Per l'Ebitda organico after lease le previsioni indicano una riduzione tra lo 0% e il 5% quest'anno e una crescita intorno al 5% nei prossimi due anni.

Telecom Italia: le ultime news dal Brasile. La view di Bca Akros

A tenere banco intanto sono anche le notizie che arrivano dal Brasile dove TIM Brasil e Telefonica Brasil hanno presentato una manifestazione di interesse congiunta per l'acquisto dell'operatore mobile Oi che vanta una quota di mercato del 16% e 37 milioni di abbonati nel paese carioca.

Con riferimento a queste news gli analisti di Banca Akros evidenziano che le recenti dichiarazioni del CEO di TIM Brasil sembravano suggerire un accordo imminente e ora si ha la conferma di ciò.

Secondo gli esperti l'accordo creerà valore, riducendo il numero di attori sul mercato e generando sinergie industriali. Al momento è più difficile valutare l'impatto economico/finanziario, visto che molto dipenderà da come sarà strutturata l'intesa.

Intanto Banca Akros mantiene una view bullish su Telecom Italia, con una raccomandazione "buy" e un prezzo obiettivo a 0,77 euro.  

Telecom Italia: diverse banche d'affari bullish dopo conti e piano

A puntare sul titolo è anche Deutsche Bank che oggi ha rinnovato l'invito a comprare con un target price a 0,75 euro. Per la banca tedesca i conti di Telecom Italia non hanno riservato particolari sorprese e l'accento viene posto sul miglioramento dell'equity free cash flow.

L'invito all'acquisto viene ribadito anche da Bank of America-Merrill Lynch che su Telecom Italia ha una raccomandazione "buy", con un fair value ridotto però da 0,87 a 0,83 euro.

Per gli analisti la trimestrale del gruppo telefonico è stata in linea con le stime a livello operativo, con un debito netto leggermente migliore.

Il piano industriale è invece una storia simile, con le stime operative di medio termine sostanzialmente in linea, a front però di una generazione di free cash flow e una riduzione del rapporto di indebitamento migliori del previsto.   

Infine, a scommettere su Telecom Italia è anche Equita SIM che oggi ha reiterato il rating "buy", con un prezzo obiettivo a 0,64 euro, sia per le azioni ordinarie che per quelle di risparmio.

Commentando i conti del gruppo, gli analisti hanno parlato di buoni dati, esprimendosi in termini positivi anche sul target di riduzione dell'indebitamento, mentre l'obiettivo di Ebita 2020 è inferiore alle attese.

L'accento è positivo sulla sorpresa del dividendo di 0,01 euro per ciascuna azione ordinarie, a fronte dei 2,75 centesimi per le risparmio.

La decisione di Telecom Italia riduce il differenziale di dividendo tra ordinarie e risparmio, ma per gli analisti avvicina la conversione delle risparmio.