A Piazza Affari non si ferma la caduta di Telecom Italia che oggi ha continuato a perdere terreno, scendendo per la quarta seduta di fila.

Telecom Italia ancora nel mirino dei venditori

Il titolo, dopo aver ceduto quasi il 2,5% venerdì scorso, ha accusato un ribasso ancora più pesante oggi, riuscendo comunque a difendersi leggermente meglio del Ftse Mib.

Telecom Italia ha terminato le contrattazioni sui minimi intraday a 0,3428 euro, con un calo del 3,03% e volumi di scambio vivaci, visto che a fine giornata sono transitate sul mercato oltre 131 milioni di azioni, contro la media degli ultimi 30 giorni pari a circa 100 milioni di pezzi.

Telecom Italia oggi si è sintonizzato con l'intonazione molto pesante del Ftse Mib, senza beneficiare in alcun modo delle ultime notizie.

Telecomnon reagisce a mossa Iliad sull'operatore polacco Play

Iliad ha annunciato l’accordo per l’acquisizione del 40% dell’operatore polacco Play e il lancio di un’offerta sul resto del gruppo a 39 zloty, con un premio del 39% rispetto ai prezzi di mercato.

Gli analisti di Equita SIM evidenziano che si tratta di un’operazione rilevante, del valore di 3,5 miliardi di euro e che porta il leverage del gruppo da 2,2 a 3,2 volte.

L’operazione avviene a un multiplo di 6,8 volte il rapporto enterprise value/EBITDA e a 6,3 volte in base alle stime di consensus.

Telecom Italia: spunti per il settore da mossa Iliad

Tra gli spunti che gli analisti di Equita SIM vedono per il settore troviamo il fatto che la maggiore aggressività dei gruppi più intraprendenti (Altice ora Iliad) per M&A segnala una certa confidenza sulle prospettive del settore.

Per Telecom Italia, una Iliad più levereggiata post deal potrebbe implicare una maggiore propensione a migliorare il cashflow in Italia, come potenzialmente suggerito anche dalla recente offerta a 9,99 euro.

Spostando l'attenzione su altri fronti, Equita SIM fa notare che la stampa del weekend conteneva pochi spunti di novità.

Telecom Italia: le ultime news sulla rete unica

Molti giornali hanno ripreso la posizione del commissario europeo per la concorrenza Vestager che segnala come al momento non possa esprimersi sull’accordo per la rete unica, visto che non è ancora stato notificato.

In generale, il commissario europeo sottolinea il tema dell’indipendenza necessaria tra l’operatore all’ingrosso unico e i venditori al dettaglio.

Sul tema, evidenzia Equita SIM, risulterà quindi fondamentale verificare se l’indipendenza può essere assicurata dalla governance individuata per l’operatore wholesale.

Sul Corriere della Sera di sabato, il presidente di TIM ha ribadito l’intenzione del gruppo di avere la maggioranza azionaria nella rete unica, ma di accettare la minoranza di rappresentanza nel CdA, confermando al contempo la fiducia nell’analisi da parte del regolatore europeo.

Telecom Italia: per Equita SIM è da comprare

Il CEO di Fastweb Calcagno, Alberto Calcagno, su Affari & Finanza di oggi ha ribadito la necessità per le telco di spostare il focus dagli investimenti (da fare in condivisone) ai servizi e allo sviluppo di una cultura digitale che ancora manca nel Paese.

In attesa di novità gli analisti di Equita SIM mantengono una view bullish su Telecom Italia, con una raccomandazione "buy" e un prezzo obiettivo a 0,47 euro.