Seduta decisamente spumeggiante oggi per Telecom Italia che, dopo aver avviato la settimana ieri con un progresso di quasi due punti e mezzo percentuali, riesce a fare ancora meglio oggi.

Telecom Italia sfoggia un bel rally in attesa della trimestrale

Il titolo, che mostra una evidenza sovraperformance rispetto al Ftse Mib e occupa la seconda posizione nel paniere delle blue chips, negli ultimi minuti passa di mano a 0,3656 euro, con un rally del 4,79% e oltre 48 milioni di azioni transitate sul mercato fino ad ora, contro la media degli ultimi 30 giorni pari a circa 127 milioni di pezzi.

Telecom Italia catalizza numerosi acquisti nel giorni in cui si riunisce il Cda per esaminare e approva i conti del secondo trimestre, la cui diffusione è attesa dopo la chiusura di Piazza Affari.

Telecom Italia: oggi Cda esamina offerta di KKR

Come già emerso nei giorni scorsi, sempre oggi il Board di Telecom Italia dovrebbe esaminare l’offerta vincolante per la rete secondaria da parte di KKR.

L’offerta, come già riportato da Repubblica nei giorni scorsi, valuterebbe FiberCop 7,7 miliardi di euro come enterprise value e vedrebbe il fondo entrare con un 38% e Fastweb concambiare il 20% di Flashfiber con il 4,5% della nuova entità. Telecom Italia incasserebbe 1,7-1,8 miliardi di euro da KKR.

Telecom Italia: nuovo impulso per negoziazioni su rete unica

Secondo il Sole 24 Ore, a valle di questo passaggio Telecom Italia sarebbe pronta a iniziare una negoziazione per la creazione della rete unica.

Se questa avesse un esito positivo, il progetto con KKR verrebbe rivisto per includere il nuovo perimetro. In caso contrario, Telecom Iitalia procederebbe con il piano discusso con KKR.

Gli analisti di Equita SIM evidenziano che l’offerta del fondo quindi dovrebbe dare impulso alle negoziazioni sulla rete unica.

Questo è un obiettivo molto più importante rispetto al solo piano di cessione di una minoranza in FiberCop, in quanto consentirebbe di evitare sovra investimenti e ridurre la minaccia competitiva di Open Fiber.

Telecom Italia: le attese sulla trimestrale. Equita conferma il buy

Con riferimento ai conti del secondo trimestre, la SIM milanese non si aspetta spunti positivi, visto che i dati finanziari di Telecom Italia sono attesi ancora in calo a due cifre come Ebitda domestico.

In attesa dei risultati ufficiali del gruppo, Equita SIM conferma la sua view positiva su Telecom Italia con una raccomandazione "buy" e un prezzo obiettivo a 0,47 euro.

Parlando dei conti del secondo trimestre ricordiamo che per l'ex monopolista italiano il consensus prevede ricavi in calo a 4,5 a 3,82 miliardi di euro, mentre e l'ebitda organico dovrebbe ridursi da 2,06 a 1,74 miliardi di euro.

L'indebitamento finanziario è atteso a 25,99 miliardi di euro, in contrazione rispetto ai 27,67 miliardi registrati alla fine del 2019.