A Piazza Affari non accenna a fermarsi la discesa di Telecom Italia che ha continuato ad arretrare oggi, perdendo terreno per la quinta seduta consecutiva.

Telecom Italia travolto dalle vendite con forti volumi

Il titolo, dopo aver ceduto mezzo punto percentuale venerdì scorso, oggi è stato colpito da un violento sell-off, tanto da occupare la penultima posizione nel paniere del Ftse Mib.

A fine giornata Telecom Italia si è fermato a ridosso dei minimi intraday a 0,3627 euro, con un affondo del 5% alimentato da elevati volumi di scambio, visto che a fine sessione sono transitate sul mercato oltre 137 milioni di azioni, contro la media degli ultimi 30 giorni pari a circa 128 milioni di pezzi.

Telecom Italia appesantito dalle indicazioni di Vodafone Italia

Telecom Italia oggi è stato penalizzato dai sell per due motivi chiave, uno dei quali è riconducibile alle indicazioni arrivate d Vodafone Group che venerdì ha diffuso i conti del primo trimestre dell'anno.

L'attenzione degli investitori è stata calamitata in particolare dai numeri di Vodafone Italia che ha riportato ricavi da servizi in calo del 6,5% a 1,12 miliardi di euro.

Il dato ha battuto le stime degli analisti, ma il gruppo ha anticipato che vede una ulteriore pressione sui ricavi da servizi, in particolare nel terzo trimestre che si rivela cruciale per Vodafone visto che coincide con i mesi estivi.

Telecom Italia: Berenberg ribadisce il sell e taglia target price

L'altro fattore chiave che ha alimentato il sell-off odierno su Telecom Italia è stato un report di Berenberg che ha contribuito ad appesantire e non poco il sentiment di mercato.

Il broker ha ribadito la sua view bearish sulle azioni dell'ex monopolista italiani, reiterando la raccomandazione "sell", con un prezzo obiettivo tagliato da 0,35 a 0,33 euro.

Gli analisti di Berenberg evidenziano che Telecom Italia ha le peggiori performance in termini di fatturato e Ebitda nel settore delle telecomunicazioni e come se non bastasse è esposto ai venti maro sfavorevoli tanto in Italia quanto in Brasile.

Telecom Italia: valutazione attraente, ma non il profilo di rischio

Per il broker la valutazione di Telecom Italia è appetibile, ma non si può dire altrettanto del suo profilo di rischio.
C'è da dire però che i conti del secondo trimestre, in agenda il prossimo 4 agosto, potrebbero riservare qualche sorpresa positiva sul fronte M&A.

Novità in tal senso sarebbero senza dubbio d accogliere con molto favore pe Telecom Italia, visto che secondo Berenberg eventuali deal M&A transformational sono una conditio sine qua non per avere una view bullish sul titolo.