A dispetto dell'inversione di rotta registrata da Piazza Affari, dove il Ftse Mib dopo un avvio in calo è riuscito ad azzerare le perdite e a passare in territorio positivo, resta pesante il bilancio di Telecom Italia che si conferma nell'ultima posizione tra le blue chips.

Telecom Italia in rosso per la quarta seduta di fila

Il titolo, dopo aver ceduto ieri quasi un punto percentuale, continua a perdere terreno per la quarta sessione di fila, scendendo oggi del 2,01% a 0,5366 euro, con oltre 53 milioni di azioni scambiate fino ad ora, contro la media degli ultimi 30 giorni pari a circa 67 milioni di pezzi.

Non più tardi di ieri Telecom Italia ha perso terreno sulla scia delle indiscrezioni relative ad un'indagine per corruzione in corso in Brasile.

Telecom Italia: focus su indagini Usa per corruzione

Stando ai rumor, lo scorso 12 dicembre il Dipartimento di Giustizia Usa avrebbe avviato un inchiesta per fare chiarezza su presunte tangenti pagate da Telecom Italia in Brasile nel periodo 2002-2006, per un valore complessivo superiore a 35 milioni di euro.

Intanto quest'oggi Telecom Italia paga pegno alle persistenti incertezze sulla creazione della rete unica con Open Fiber.

Telecom Italia: torna in auge il dossier della rete. Gli ultimi rumor

A dominare la scena è infatti nuovamente il dossier sulla rete, riportato in auge da alcune indicazioni di stampa.
Il Corriere della Sere riferisce che ieri il CEO di Cassa Depositi e Prestiti, Fabrizio Palermo, avrebbe avuto degli incontri separati con i vertici di Telecom Italia ed Enel, Luigi Gubitosi e Francesco Starace, sul tema della rete unica.