La nuova settimana è partita a tutto gas per Telecom Italia che, dopo aver guadagnato poco meno di un punto percentuale prima del week-end, oggi sta facendo il pieno di acquisti.

Telecom Italia conquista la vetta del Ftse Mib con volumi vivaci

Il titolo, che mostra una evidente sovraperformance rispetto al Ftse Mib e conquista la prima posizione nel paniere delle blue chips, negli ultimi minuti si presenta a 0,3644 euro, con un rally del 5,72% e oltre 115 milioni di azioni transitate sul mercato fino ad ora, contro la media degli ultimi 30 giorni pari a circa 120 milioni di pezzi.

Telecom Italia: aumenta pressing Governo per accordo su rete unica

A scatenare la corsa all'acquisto su Telecom Italia sono le indicazioni di stampa del week-end, con diversi giornali concordi nel riferire di un incontro venerdì scorso tra il CEO di ENEL e il ministro delle Finanze Gualtieri.

Al meeting probabilmente sono stati presenti anche i CEO di Telecom Italia e Cassa Depositi e Prestiti, per definire il progetto della rete unica.

La struttura dell’operazione sembra simile a quanto delineato dagli analisti di Equita SIM, ossia un’aggregazione tra Open Fiber e FiberCop, il veicolo che controlla la rete secondaria di Telecom Italia e dove dovrebbe entrare Fastweb, concambiando la propria quota di FlashFiber, e KKR.

All’accordo di massima manca ancora l’ok di ENEL, a cui il Governo avrebbe chiesto di prendere una decisione entro fine mese.

Telecom Italia intanto starebbe parallelamente procedendo per definire l’accordo con KKR entro il CdA del 4 agosto.
Cassa Depositi e Prestiti sarebbe pronta a esercitare la prelazione sulla quota di Open Fiber in mano a ENEL.

Telecom Italia: Equita, elevate chance di successo deal rete unica

Secondo gli analisti di Equita SIM, l’incontro testimonia la pressione del Governo per arrivare a definire il progetto rete unica in tempi molto brevi.

Gli esperti pensano che le chance di successo del deal, nonostante anni di discussioni inconcludenti, siano elevate.
A detta della SIM milanese si tratterebbe di un importante catalizzatore positivo per Telecom Italia, anche se saranno da verificare ovviamente le valutazioni relative e la governance.

In attesa di novità gli analisti mantengono una view bullish su Telecom Italia, con una raccomandazione "buy" e un prezzo obiettivo a 0,47 euro.

Telecom Italia: Akros, accordo su rete potrebbe esser vicino

Lo stesso rating è stato reiterato oggi da Banca Akros, con un target price più generoso di quello di Equita SIM, a 0,6 euro.

Gli analisti evidenziano che nelle ultime settimana il newsflow è stato piuttosto corposo, con differenti scenari per la rete di Telecom Italia, il potenziale coinvolgimento di Cassa Depositi e Prestiti nell'infrastruttura e/o un aumento della quota nel capitale ordinario.

A ciò si aggiungono un aumento della valutazione di Open Fiber fino a 7,7 miliardi di euro, i ruoli di Fastweb e Vodafone  le reciproche accuse tra Telecom Italia e OPen Fiber.

A detta di Banca Akros un accordo sulla rete potrebbe essere ormai vicino, segnalando che una conclusione positiva di questa saga è un pilastro chiave del caso di investimento di Telecom Italia.

Telecom Italia: Bca IMI non esclude accelerazione dossier rete unica

Indicazioni bullish per il titolo arrivano anche da Banca IMI che oggi ha rinnovato l'invito ad acquistare, con un fair value a 0,62 euro.

Gil analisti sono convinti della necessità di una governance neutrale, ma al contempo evidenziano che Telecom Italia non può concedersi il lusso di perdere la proprietà della rete.

A detta di Banca IMI le pressioni esercitate dal Governo su Enel potrebbero favorire un'accelerazione del dossier della rete unica.