Tesla continua a fare notizia a Wall Street e dopo essere balzata agli onori della cronaca per i forti rialzi delle ultime settimane, ieri è tornato a far parlare di sè per altri motivi.

Tesla volatile ieri a Wall Street. Annunciato aumento di capitale

Il titolo ha vissuto una giornata non prima di emozioni, visto che ha perso terreno nel pre-mercato, con una flessione di oltre il 4%, salvo poi risalire la china e chiudere gli scambi con un rally di quasi il 5% a 804 dollari.

Dietro questo giro sulle montagne russe c'è l'annuncio, arrivato ancor prima dell'apertura di Wall Street, di un aumento di capitale da 2 miliardi di dollari.

Tesla ha depositato presso la Sec il prospetto relativo all'operazione, tramite cui il gruppo emetterà sul mercato 2,65 milioni di nuove azioni ordinarie, da cui si stima di ricavare circa 2,3 miliardi di dollari lordi, senza comprendere spese e sconti.

Non è la prima volta che Tesla annuncia un'operazione di questo tipo, visto che non più tardi dello scorso anno era stata lanciata un'offerta secondaria.

Tesla: quale lo scopo della ricapitalizzazione?

Fino ad ora gli aumenti di capitale sono stati realizzati per ottenere la liquidità necessaria a portare a termine alcuni progetti, quali ad esempio la produzione della Tesla Model 3.

Questa volta però non è così, visto che il gruppo ha fatto sapere che le risorse finanziarie rivenienti dall'aumento di capitale saranno utilizzate per rafforzare il bilancio di tesla e per scopi generali e aziendali.

Di solito quando viene annunciata una ricapitalizzazione, la reazione del titolo in Borsa è negativa, ma nel caso di Tesla c'è stato un ribasso molto veloce dopo la notizia, con un recupero successivo che ha portato addirittura ad una chiusura in rally di Tesla.