Il 2020 è partito a passo di carica per Tesla che è senza dubbio uno dei protagonisti e dei titoli più gettonati a Wall Street in questi primi giorni dell'anno.

I numeri non lasciano adito a dubbi: delle prime otto sedute del 2020 Tesla ne ha vissute 6 in rialzo e solo due con il segno meno.

Tesla tra i protagonisti chiave a Wall Street da inizio anno

Il titolo ha perso terreno proprio nelle ultime giornate della scorsa settimana, per poi risollevarsi ieri con un rally quasi a due cifre.

Tesla infatti a inizio ottava ha portato a casa un rialzo del 9,77% a 524,86 dollari, sfondando la soglia dei 500 dollari e spingendosi su valori di prezzo mai visti nella sua storia.

Da inizio anno il titolo ha guadagnato circa il 25%, ben più dell'indice Nasdaq al quale appartiene, ma le cifre sono ancora più robuste se si allarga un po' l'orizzonte temporale di analisi.

Dai livelli di fine ottobre dello scorso anno, in poco meno di 3 mesi Tesla ha più che raddoppiato il suo valore, crescendo di circa il 105%.

Tesla: è record di capitalizzazione. Supera GM e Ford insieme

Alla lista dei record si aggiunge anche quello della capitalizzazione che, grazie all'impennata registrata dalle quotazioni negli ultimi due mesi e mezzo, ieri ha raggiunto la soglia dei 95 miliardi di dollari.

Tesla in sostanza vale più di General Motors e di Ford insieme, la cui capitalizzazione complessiva si attesta intorno agli 87 miliardi di dollari.

Tesla infiammato dalle indicazioni di Oppenheimer

Ieri il titolo è stato mandato in orbita dalla mossa di Oppenheimer che ha ribadito la raccomandazione "outperform", aumentando sensibilmente il prezzo obiettivo del 60% da 385 a 612 dollari.