La prima giornata di scambi della settimana a Piazza Affari si avvia a conclusione ancora su una nota di debolezza per Unicredit, che non reagisce alla pessima performance di venerdì scorso e resta anche quest'oggi sotto la parità in una seduta contrastata per i bancari del Ftse Mib (+0,13%).

Unicredit cala: rumors su nuovo piano 2020-2023

Il titolo, dopo aver archiviato la sessione della vigilia con un affondo del 3,66%, viaggia negli ultimi minuti a quota 11,12 euro, in calo frazionale dello 0,94% e con circa 11,3 milioni di azioni transitate sul mercato, lontano dalla media dei volumi medi di scambio giornaliero degli ultimi tre mesi e pari a poco meno di 16,4 milioni di pezzi.

Unicredit, rumors di Bloomberg: fino a 10 mila tagli nel nuovo piano

Oggi pomeriggio intanto Unicredit ha catalizzato l'attenzione del mercato con alcune voci sul nuovo piano strategico 2020-2023 che la banca guidata da Jean Pierre Mustier presenterà a dicembre prossimo, piano che secondo Bloomberg potrebbe comprendere un pacchetto di tagli di posti fino a 10 mila unità.

Unicredit: nel nuovo piano un taglio dei costi operativi del 10%

Secondo quanto ha rivelato l'agenzia statunitense tali esuberi, che sono comunque ancora allo studio e potrebbero rivelarsi alla fine "molto meno" alle cifre ipotizzate, rientrano in un più ampio progetto che potrebbe prevedere anche un'ulteriore riduzione dei costi operativi del 10%, target che la dirigenza dell'istituto avrebbe in mente di fissare dopo aver già superato gli obiettivi su riduzione dei costi e qualità degli attivi previsti dall'attuale piano in scadenza. E questo dopo che lo stesso Mustier ha recentemente dichiarato di voler accelerare la dimissione di asset non core, ridurre l'esposizione al debito sovrano italiano e migliorare i livelli patrimoniali dell'istituto.