In una giornata segnata nuovamente dalle vendite a Piazza Affari, tra le blue chips capaci di ignorare il ribasso e salire in controtendenza troviamo Unicredit. Già ieri il titolo aveva provato ad allungare il passo dopo i rialzi delle due sessioni precedenti, sull'onda dei risultati dell'esercizio 2018.

Unicredit in recupero dopo il calo di ieri

Il sell-off abbattutosi su Piazza Affari però ha costretto anche Unicredit a piegarsi al volere dei ribassisti, con una chiusura in flessione di quasi due punti percentuali.

Diversa la conclusione odierna visto che il titolo, pur ripiegando dai massimi intraday, si è fermato in positivo, con un rialzo dell'1,01% a 10,236 euro e oltre 20 milioni di azioni scambiate, al di sopra della media degli ultimi 30 giorni pari a circa 15 milioni.

Unicredit è riuscito a catalizzare gli acquisti dopo i buoni risultati diffusi ieri che hanno visto il gruppo archiviare il miglior quarto trimestre dal 2008 in termini di utile netto.

Unicredit: Equita conferma il buy, ma rivede target e stime

A dare sostegno al titolo oggi hanno contribuito anche le numerose conferme bullish arrivate dalle banche d'affari.
Equita SIM ad esempio ha ribadito la raccomandazione "buy" su Unicredit, tagliando però il prezzo obiettivo del 5% a 16,8 euro, complice una riduzione delle stime nell'ordine del 3% con riferimento all'anno in corso e al prossimo. ù