Arriva direttamente da Donald Trump l'annuncio ufficiale sulla sigla dell'accordo commerciale "Fase 1" tra Stati Uniti e Cina, che segna una prima tregua della guerra a colpi di dazi tra le due superpotenze economiche cominciata all'inizio dello scorso anno. 

Usa-Cina, c'è la tregua: siglata la Fase Uno dell'accordo

Con un messaggio su Twitter, il presidente americano ha comunicato oggi che Washington, nel quadro dell'accordo commerciale raggiunto, non farà scattare alcuna nuova tariffa sui beni importati da Pechino, riducendo nel frattempo quelle già imposte contro il colosso asiatico nei mesi scorsi: in assenza dell'accordo, già da domenica prossima sarebbero entrati in vigore dazi aggiuntivi su beni cinesi per un valore di 300 miliardi di dollari, ovvero quanto ancora restava dell'export cinese verso gli USA non ancora soggetto ad elevati balzelli.

Dazi, Trump: le trattative sulla Fase 2 partono subito

Nel suo messaggio, Trump ha inoltre fatto sapere che, su richiesta delle autorità della Cina, le trattative sulla "Fase 2" dell'accordo cominceranno immediatamente, e non si aspetterà quindi per l'avvio di nuovi negoziati fino alle elezioni presidenziali statunitensi del 2020: come confermato in giornata anche dall'ufficio del Rappresentante al Commercio, gli Stati Uniti manterrano per il momento tariffe al 25% su 250 miliardi di beni cinesi, ma taglieranno al 7,5% quelle su prodotti per altri 120 miliardi.

Accordo commerciale, il commento di Trump

“Abbiamo raggiunto una prima fase di accordo molto ampia con la Cina. Hanno accettato molti cambiamenti strutturali e massicci acquisti di prodotti agricoli, energia, e beni manifatturieri, più molto altro. Le tariffe al 25% restano come sono, con dazi del 7,5% su molto di quel che rimane", ha scritto Trump. Che poi ha aggiunto: ″Le tariffe punitive fissate per il 15 dicembre non saranno imposte a causa del fatto che abbiamo raggiunto l'accordo. Cominceremo i negoziati sulla Fase Due immediatamente, invece che aspettare fino alle elezioni del 2020. E' un accordo straordinario per tutti. Grazie."