Sarà un’estate all’insegna dei viaggi last minute quella che ci prepariamo a vivere. Aspettando che vengano riaperte le frontiere, e che soprattutto le strutture turistiche mettano a norma i loro impianti, molti italiani, ma anche molti europei, saranno costretti a prenotare vacanze a ridosso del periodo interessato, dunque, un occhio attento sulle offerte sarà quanto mai necessario per ottimizzare al meglio le ferie, per chi potrà usufruirne.

Effetto coronavirus, i viaggi last minute degli italiani saranno in Italia

D’altra parte è molto verosimile l’ipotesi che questo 2020 sarà, per l’Italia un turismo tutto italiano. I viaggi last minute in quanto tali, potrebbero escludere infatti il nostro paese dalle mete preferite dei viaggiatori provenienti dall’estero. Lo stivale, si sa, è stato il focolaio del coronavirus in Europa, pertanto è facile presupporre che, da parte dei paesi stranieri, non ci sia così tanta voglia di venirci a visitare.

Viaggi last minute post Covid19, per il Ny Times Italia da promuovere 

Eppure, c’è chi va controcorrente, ed è il New York Times. Il quotidiano americano, tra i più letti e tra i più prestigiosi in tutto il mondo, in un suo approfondimento sulla ripresa del turismo post covid19, considera un viaggio last minute in Italia non solo come una soluzione tra le più raccomandate, ma anche una delle più sicure dal punto di vista del contagio.

Insomma, l’Italia rientra a pieno titolo tra le mete da visitare non appena si potrà tornare a viaggiare, e lo dice uno dei più autorevoli quotidiani del globo. 

Viaggi last minute, parola d'ordine: spazi aperti e prezzi bassi 

Per certi versi è sorprendente. Perché al di là dell’emergenza coronavirus, che sostanzialmente non è ancora terminata nel nostro paese, tant’è che le limitazioni, perlomeno sulla carta, sono ancora numerose e potrebbero prolungarsi anche per tutta l’estate, ci sono paesi emergenti che hanno aperto da poco al turismo, con prezzi di lancio molto appetibili e dove il virus si è diffuso con meno intensità.

L’Arabia Saudita può essere considerata uno di questi, per fare un esempio, con essa molti altri paesi asiatici distanti dalla Cina e quindi dove l'epidemia è stata contenuta. Ma anche in Europa si possono trovare mete ideali per una prenotazione di un viaggio last minute, in particolare laddove gli spazi sono sconfinati, e quindi perfetti per non contrarre il virus. Basti pensare all’Islanda, 360 mila abitanti su una superficie di oltre 100.000 chilometri quadrati. 

Italia da sempre nel cuore degli Usa: solo per questo ci promuovono?

C’è da dire che i media americani hanno sempre avuto a cuore l’Italia, probabilmente perché qui, i cittadini statunitensi trovano quello che di fatto, nel loro vasto paese non possono trovare, quantomeno a livello di gioielli architettonici e città d’arte mentre sulle bellezze naturali, forse Usa e Stivale si equivalgono, anche se oggettivamente si tratta di due concetti di natura molto diversi. Per fare soltanto un esempio, da una parte ci sono il Gran Canyon e le attrazioni naturali del parco di Yellowstone, dall’altra le costiere amalfitane e sorrentine, uniche al mondo, o le spettacolari vette del Monte Bianco e del resto delle Alpi.

Viaggi last minute e non soltanto, prepariamoci a una rivoluzione

Tutto dunque è a portata di viaggi last minute. E' anche vero, tuttavia, che parlare di vacanze oggi potrebbe essere prematuro, dal momento che ci troviamo in condizioni di emergenza. Sappiamo bene però che nel mese di maggio molti italiani si sono già organizzati per le ferie, con prenotazioni in giro per il mondo o semplicemente viaggi programmati per le seconde case.

L’emergenza Covid19 cambierà probabilmente il modo di viaggiare nei prossimi mesi. Dalla meta al trasporto, dal soggiorno in hotel alle normative che accompagneranno la nostra permanenza negli impianti balneari. 

Mappe di riaperture e restrizioni per un viaggio last minute in Italia

Tornando all’articolo del Ny Times, pubblicato una settimana fa e intitolato “The First signs of Travel’s Return”, viene riportato, per ogni meta proposta, ogni data presunta della fine del lockdown. Una specie di mappa delle possibili riaperture con tanto di restrizioni anticontagio in vigore e quelle previste nei prossimi mesi.

Sia chiaro, il nostro paese non viene descritto come la meta ideale dove trascorrere le proprie vacanze nell’immediato post coronavirus.

Ma evidentemente le restrizioni previste, dal punto di vista del giornalista del Ny Times, non sono tali da scoraggiare il viaggiatore o peggio da farlo preoccupare e quindi cancellare a prescindere l’idea di una visita qui in Italia. 

"L'Italia riapre con cautela ma il turismo deve ripartire subito"

Uno dei passaggi del pezzo, firmato Lauren Sloss, è il seguente: «Mentre il paese inizia con cautela a riaprire, i funzionari del settore insistono sul fatto che il turismo debba ripartire quest'anno. A seguito delle recenti aperture limitate di alcune strutture (bar e ristoranti), sono previste ulteriori aperture per il 18 maggio, vale a dire ulteriori negozi, musei e biblioteche, e il 1° giugno, quando i bar e i ristoranti potranno riaprire per il servizio di ristorazione, se i tassi di contagio continuano a rilento».

Turismo settore chiave, da rilanciare con viaggi last minute a prezzi 

 

E’ possibile che il nostro paese, per incentivare le visite dall’estero, possa applicare tariffe e prezzi al di sotto della media. In fondo, lo stesso premier Giuseppe Conte ha spiegato che il turismo costituisce uno dei settori chiave per la ripresa del paese, essendo a esso legate tutta una serie di attività che, se in grado di rimettersi in piedi, darebbero la spinta giusta anche ad altri settori, quasi come un effetto domino: ristoranti, abbigliamento, manifatturiero, musei e agenzie per attività all’aperto.

Non solo Italia: le altre mete del Ny Times per un viaggio last minute 

Non c’è solo Italia, come paese consigliato per un viaggio last minute, ma non solo, “Covid Free” tra i più consigliati dall'approfondimento del New York Times. Presente anche l'Oceania, con l'Australia e la Nuova Zelanda, per quanto siano tra le mete turistiche più battute dagli abitanti della Cina, dove sostanzialmente si è generato il contagio, poi Porto Rico, Messico e Hawaii per quanto riguarda il turismo rivolto agli americani che non vogliono allontanarsi dal continente. Singapore è il paese asiatico che è riuscito meglio degli altri a controllare l'epidemia ed è presente nell'elenco del Ny Times. Infine, per quanto riguarda l’Europa, allo Stivale si affiancano Grecia, Islanda e Francia.