Michael Grady, Head of Investment Strategy e Chief Economist di Aviva Investors, ha dichiarato: le preoccupazioni legate alla crescita significano rischi al ribasso per i rendimenti azionari. Come Aviva Investors, la nostra attuale asset allocation è neutrale e favorisce gli Stati Uniti rispetto ai mercati emergenti. Ci aspettiamo che la recessione venga evitata, per cui è improbabile che si verifichi un grave ciclo di default e, di conseguenza, il credito dovrebbe performare abbastanza bene. Un'azione più accomodante delle banche centrali contribuirà ad aumentare la duration dove siamo leggermente sovra-ponderati, mentre il contesto generale dovrebbe sostenere le strategie di carry. Ci aspettiamo che il dollaro rimanga ben supportato.