Dopo la profonda immersione del mercato azionario americano, il momento potrebbe essere propizio per acquistare, per andare letteralmente a 'rubare' sui listini USA titoli di qualità a prezzi sacrificati ma con ottimi fondamentali nonostante la pandemia di coronavirus

La lista di Jefferies dopo la grande immersione dell'azionario USA

Questo è quanto, tra l'altro, ha riportato Philip van Doorn, sul sito di informazione finanziaria marketwatch.com, citando la view di Jefferies che al riguardo ha fatto ben 47 nomi, dei quali 14 spiccano per essere società quotate ad elevata capitalizzazione.

I saldi ai tempi del coronavirus, da Amazon a ServiceNow 

Si tratta, nello specifico, di Amazon.com Inc. (AMZN), Visa Inc. Class A (V), Home Depot Inc. (HD), Cisco Systems Inc. (CSCO), Adobe Inc. (ADBE), Nvidia Corp. (NVDA), Abbott Laboratories (ABT), Chevron Corp. (CVX), McDonald's Corp. (MCD), Gilead Sciences Inc. (GILD), Linde PLC (LIN), Mondelez International Inc. Class A (MDLZ), British American Tobacco PLC (BATS) e ServiceNow Inc. (NOW).

Avviso ai naviganti sull'azionario a stelle e strisce

Philip van Doorn, nel riportare la lista di titoli sopra indicata, ha messo comunque in guardia gli investitori dal fatto che dire oggi che Wall Street abbia toccato il fondo sarebbe una follia. Così come lo scenario della pandemia di coronavirus non può essere confrontato con la crisi finanziaria del 2008 considerando il fermo delle attività produttive senza precedenti non solo negli States, ma anche in tanti altri Paesi del mondo.

In ogni caso, gli analisti di Jefferies non hanno fatto altro che identificare, a Wall Street, quelle società che, pur con fondamentali solidi, hanno perso molto terreno per effetto di vendite indiscriminate.