A Wall Street, in termini di capitalizzazione, sono 5 i giganti quotati che dominano il mercato e che, quindi, possono fare il bello ed il cattivo tempo. Si tratta, come riportato da Mark Hulbert sul sito di informazione finanziaria marketwatch.com, di Microsoft (MSFT), Apple (AAPL), Alphabet (GOOGL), Amazon.com (AMZN) e Facebook (FB). 

I giganti sul mercato azionario americano, col tempo si perdono per strada

L'eventuale crollo di uno di questi titoli può sostanzialmente tirare giù tutto il mercato azionario a stelle e strisce, ma in realtà non solo storicamente queste situazioni sono normali a Wall Street, ma la dominanza di questi giganti, in termini di capitalizzazione, è al momento, ed in ogni caso, inferiore alla media storica

Quel che è certo, inoltre, è che con il tempo questi giganti tendono a perdersi per strada, ovverosia la capitalizzazione negli anni può tendere a scendere anche fortemente. Attualmente la capitalizzazione di mercato di Microsoft (MSFT), Apple (AAPL), Alphabet (GOOGL), Amazon.com (AMZN) e Facebook (FB) è la seguente:

  1. Apple (AAPL) 1,53 trilioni di dollari;
  2. Microsoft (MSFT) 1,48 trilioni di dollari;
  3. Amazon.com (AMZN) 1,34 trilioni di dollari;
  4. Alphabet (GOOG) 928 miliardi di dollari;
  5. Facebook (FB) 615 miliardi di dollari.

L'esempio della General Electric 

E' il caso, per esempio, della General Electric (GE) che in passato è stato un colosso a Wall Street, e che invece al giorno d'oggi è solo la 65esima azienda dell'ampio indice azionario S&P 500. Questo per dire che nel prossimo decennio a Wall Street altri titoli, con ragionevole certezza, andranno a sostituire gli attuali primi cinque sopra indicati secondo quello che può essere definito un processo di distruzione creativa, il segno tangibile e distintivo del capitalismo.