Il 2018 a Wall Street, per le azioni del comparto dei semiconduttori, è stato tutt'altro che entusiasmante. A deteriorare il sentiment di mercato sono stati tanti fattori a partire dai conflitti sul commercio globale e passando per il rallentamento della domanda globale di chip e fino ad arrivare al forte calo dei prezzi delle criptovalute che ha portato al crollo delle vendite di schede grafiche.

Philadelphia Semiconductor Index in forte rialzo da inizio anno

Questo è quanto, tra l'altro, riporta Nalak Das su Zacks nel selezionare 5 titoli del comparto al fine di cavalcare una riscossa settoriale che, a Wall Street, è già in corso. E questo perché, rispetto all'andamento deludente del 2018, da inizio anno l'indice azionario di riferimento per i chipmakers, il Philadelphia Semiconductor Index (SOX), ha fatto registrare un aumento del 25,8% rispetto al +14,9% registrato, invece, per l'indice S&P 500.