Otto delle maggiori banche statunitensi, tra cui JPMorgan Chase (JPM) e Bank of America (BAC), hanno sospeso i riacquisti di azioni proprie durante il secondo trimestre 2020. E questo al fine di aiutare i clienti e il Paese a causa della pandemia di coronavirus in accordo con quanto è stato riportato da Aparna Narayanan su investors.com

Da JPMorgan a State Street, stop al riacquisto di azioni proprie

In particolare, invece di riacquistare azioni, le grandi banche USA impiegheranno il loro capitale per erogare prestiti a privati ​​e imprese in difficoltà a causa della pandemia da coronavirus. Oltre a JPMorgan Chase e Bank of America, a prendere questa decisione ci sono pure Citigroup (C), Wells Fargo (WFC), Goldman Sachs (GS), Morgan Stanley (MS), Bank of New York Mellon (BK) e State Street (STT).

Buyback grandi banche USA ripristinabile quando le circostanze lo giustificheranno

In accordo con quanto è stato reso noto dal Financial Services Forum. ogni istituzione membro conserva la capacità di andare a ripristinare il proprio programma di riacquisto di azioni proprie non appena le circostanze lo giustificheranno. Il Financial Services Forum, infatti, ha come membri i CEO di otto tra le più grandi banche degli Stati Uniti che sono considerate anche tra le più importanti per il sistema finanziario. I riacquisti di azioni societarie, sottolinea altresì investors.com, hanno sostenuto principalmente la corsa al toro storica del mercato azionario americano dopo la crisi finanziaria del 2008.

Decisione a poche ore dall'annuncio della Fed con misure ordinarie e straordinarie anticrisi

La decisione relativa al congelamento dei buyback arriva a poche ore dalla decisione della Federal Reserve di abbassare quasi a zero il costo del denaro, e di avviare un piano di quantitative easing da 700 miliardi di dollari.