Per la seduta odierna si prevede un avvio positivo per la piazza azionaria americana che, dopo aver lasciato indietro il Dow Jones ieri, dovrebbe registrare un ritorno corale degli acquisti sui tre indici principali. Il future sull'S&P500 avanza delo 0,47%, preceduto da quello sul Nasdaq100 che si apprezza dell'1%.

Il mercato mantiene una buona intonazione dopo la diffusione del primo dato macro di oggi che ha battuto le attese.
In base ai dati forniti dalla stima ADP si è appreso che nel mese di gennaio sono stati creati 213ila nuovi posti di lavoro, in frenata rispetto alla lettura precedente rivista al ribasso da 271mila a 263mila unità. Il dato è stato migliore delle previsioni degli analisti che puntavano ad una rilevazione pari a 175mila unità.

Mezz'ora dopo l'avvio degli scambi si conoscerà l'indice home pending sales che a dicembre dovrebbe salire dello 0,5% dopo la flessione dello 0,7% precedente.

Un'ora dopo l'apertura di Wall Street si guarderà ai prezzi del petrolio visto che sarà diffuso il consueto report sulle scorte strategiche Usa da parte del Dipartimento dell'energia.

Due ore prima della chiusura del mercato il focus sarà sull'evento della seduta, con la Fed che annuncerà la sua decisione sui tassi di interesse, attesi invariati al 2,25%/2,5%. Mezz'ora dopo sarà da seguire la conferenza stampa del presidente Jerome Powell.

Ricordiamo che l'attenzione degli investitori sarà rivolta anche alla prima delle due giornate di incontri tra Stati e Cina sul tema del commercio.

Intanto sul fronte valutario il dollaro è poco mosso contro lo yen e passa di mano in area 109,5 e la stessa stabilità si registra per l'euro-dollaro, fotografato a quota 1,1430.