Wall Street: arrivederci Tech, il focus si sposta sui difensivi

LEGGI ALTRI ARTICOLI SU

AT&T


Borse USA: una sintesi delle nuove note degli analisti sui protagonisti degli indici azionari americani.

Vuoi guadagnare nel trading con l'88% di probabilità a favore? Scopri di più.

Gli analisti di UBS hanno alzato da Hold a Buy a fine settimana scorsa la loro raccomandazione sul gruppo di telecomunicazioni AT&T, cui assegnano un nuovo target price migliorato a $38 (da $33).

Uno sconto di valutazione eccessivo

L'estensore del report, John Hodulik, segnala che il titolo scambia con multipli prossimi ai minimi storici, sottolineando inoltre che è viceversa molto più elevato rispetto alle medie storiche lo scarto di valutazione con il concorrente Verizon Communicators (VZ).

Le cause del declino

Tale recente disaffezione degli investitori per il secondo gruppo americano di telefonia mobile, spiega il broker, si giustifica con una combinazione di fattori sfavorevoli, come il costante calo degli indicatori di redditività, preoccupazioni sui livelli dell'indebitamento e venti contrari di lungo periodo che gravano su tutta l'area delle telco tradizionali: l'operazione Time Warner, scrive l'analista, "ha esacerbato questi problemi, portando a una perdita di visibilità per gli investitori".

Inversione in vista

Al netto di questo scenario, fa tuttavia notare l'analista, è prevedibile che AT&T tornerà nel secondo semestre del 2018 a una crescita dell'EBITDA, dopo la contrazione del 6% nella prima metà dell'anno, grazie a un'espansione dei segmenti Wireless e WarnerMedia e ad un rallentamento del declino nell'area Entertainment. 

Suggerimenti di approfondimento:

Nel commento di chiusura di venerdì sera, Dow Notches Another Record High as Defensive Stocks RallyInvesting.com attribuisce alla buona performance di seduta dei settori difensivi, e in parte proprio alla nota di UBS su AT&T, il nuovo record del Dow Jones

In un contributo del 20 settembre, The Case for Upside in Telecom Stocks, Teresa Rivas sintetizza su Barron's i contenuti di una nota di Oppenheimer: il broker prevede un rimbalzo del settore telecomunicazioni nella seconda parte del 2018 e considera sue top picks T-Mobile US (TMUS) e AT&T(T), il cui dividendo rende ai prezzi attuali il 6%, molto più di quello del rivale Verizon Communications (4%).

In un articolo del 19 settembre a firma di Akane Otani, ‘Safety’ Stocks Fuel Market Rally,  il Wall Street Journal racconta la sovraperformance di settori difensivi come telecomunicazioni e beni di consumo da fine agosto, a fronte del calo dell'area dei tecnologici, ma solleva dubbi su una prosecuzione di tale trend per via della pressione esercitata dalla stretta monetaria della Fed, sfavorevole ai titoli cosiddetti "bond-proxy".

In un contributo di inizio settembre, 4 dividendi per fronteggiare il rischio di una correzione, Trendonline ha riportato i contenuti di un'intervista a Richard Buchwald, managing director di Logan Capital Management, che include At&T in una rassegna di titoli in grado di sovraperformare il mercato nel lungo periodo.



 

Per le altre variazioni di rating e target price di venerdì scorso, cliccare sulla foto.

apk