Le trenta azioni quotate sul Dow Jones sono in cerca di riscatto dopo un calo del 5,6% nell'anno appena trascorso, il più nero dal 2008 per l'indice delle cosiddette "blue chips" così come per gli altri due più rappresentativi benchmark azionari americani (S&P 500 -6,2%, Nasdaq -4%). Ecco chi raccoglie più giudizi positivi tra gli analisti e chi ha il maggiore potenziale rialzista nei prossimi dodici mesi secondo i dati del consenso FactSet.

Dow Jones: la classifica degli analisti

Visa Inc. (V)

Il colosso dei servizi finanziari domina la classifica incassando il 93% di raccomandazioni Buy, con un prezzo obiettivo medio a $163,89 contro una quotazione che al 31 dicembre 2018 era di $131,94 (potenziale upside del 24%). Il total return del 2018 (performance borsistica+dividendo) è +16%.

UnitedHealth Group Inc. (UNH)

Quasi unanime anche il consenso sul gruppo di assicurazioni mediche, che capitalizza sull'indice 236 miliardi. UnitedHealth è Buy per il 92% degli analisti, che indicano un prezzo obiettivo medio a $305,83, circa il 23% sopra la quotazione di fine 2018 ($249,12). Il titolo ha già prodotto un total return del 15% nel 2018.

Microsoft Corp. (MSFT)

Il titolo riceve un giudizio Buy dal 89% degli analisti, che suggeriscono un upside medio del 24% dalla quotazione attuale di $101,57. Le azioni del gigante dell'informatica possono così salire ancora fino a $125,82 dopo la performance positiva del 2018 (+21% in termini di ritorno totale)