Nonostante il recente rally del mercato azionario americano, la maggior parte dei titoli statunitensi registra ancora delle perdite da inizio 2020. E le aziende più piccole stanno generalmente facendo anche peggio dei loro coetanei più grandi

9 small-caps che hanno il vento in poppa, dalla vendita di fiori ai giochi

Questo è quanto, tra l'altro, ha riportato Jeff Reeves, sul sito marketwatch.com, nell'indicare una  batteria di 9 small-caps che hanno il vento in poppa, in quanto da inizio anno hanno messo a segno rialzi a due ed in certi casi anche a tre cifre, e che per settore spaziano dalla vendita di fiori ai giochi, e passando per i fornitori di servizi per l'industria dell'aeronautica.

Da 1-800-Flowers a United Natural Foods, rialzi fino al 260% da inizio anno

Ecco la lista con indicato, tra parentesi, il rialzo del titolo da inizio anno:

  1. 1-800-Flowers (FLWS, +60%): rivenditore di fiori e di articoli da regalo;
  2. ACM Research (ACMR, +260%): apparecchiature per l'industria dei semiconduttori;
  3. Atlas Air (AAWW, +44%): compagnia aerea specializzata nel trasporto merci;
  4. Celsius (CELH, +65%): produttore di bevande per il fitness;
  5. Consolidated Communications (CNSL, +38%): fornitore di servizi di comunicazioni a banda larga;
  6. Glu Mobile (GLUU, +60%): produttore di videogiochi per telefonini;
  7. Overstock (OSTK, +150%): rivenditore di servizi Internet;
  8. PetMed (PETS, +40%): farmacia online per animali domestici.
  9. United Natural Foods (UNFI, +111%): distributore all'ingrosso di prodotti alimentari.

Small-caps tutte con sede negli USA, e capitalizzazione fino a $ 2 miliardi

Le nove società quotate a Wall Street, e selezionate da Jeff Reeves, hanno tutte sede negli Stati Uniti con un volume medio giornaliero di oltre 400.000 azioni scambiate, ed una capitalizzazione di mercato compresa tra i $ 400 milioni ed i $ 2 miliardi.