Dopo il buon rialzo della vigilia, la piazza azionaria americana dovrebbe cedere il passo ad alcune prese di profitto, secondo quanto anticipato dai futures sui principali indici. Il contratto sull’S&P500 arretra dello 0,26%, seguito da quello sul Nasdaq100 che cede lo 0,21%.
Per la seduta odierna non sono previsti aggiornamenti macro di rilievo e questo potrebbe favorire una volatilità contenuta sul mercato, in attesa degli importanti aggiornamenti che saranno diffusi nelle prossime giornate con particolare riferimento al report sull’occupazione che sarà reso noto nella sessione di venerdì. Intanto sul fronte valutario si segnala l’arretramento del dollaro nei confronti dello yen, mentre il biglietto verde guadagna posizioni rispetto all’euro.
Tra le commodities è poco mossa la seduta del petrolio che si mantiene a ridosso dei 50 dollari al barile, mentre l’oro si spinge leggermente in avanti verso la soglia dei 1.208 dollari l’oncia.
Tra i vari titoli da seguire Best Buy che nel quarto trimestre dell’ultimo esercizio fiscale ha evidenziato un utile netto in rialzo del 77% a 519 milioni di dollari. Il risultato per azione è stato di 1,46 dollari, ma al netto delle voci straordinarie il dato si attesta a 1,48 dollari, al di sopra degli 1,35 messi in conto dagli analisti. In lieve rialzo i ricavi che sono cresciuti dell’1% a 14,21 miliardi di dollari a fronte dei 14,35 stimati dalla comunità finanziaria, mentre le vendite nei centri aperti da almeno un anno sono aumentate del 2% rispetto all‘1,9% su cui aveva puntato il mercato. Da segnalare che Besdt Buy ha annunciato un aumento del dividendo trimestrale nell’ordine del 21% e il pagamento di una cedola straordinarie di 0,51 dollari. La società intende inoltre realizzare un piano di buy-back per 1 miliardo di dollari nei prossimi tre anni.