Per la seduta odierna si prevede un avvio all'insegna della cautela per la piazza azionaria americana, stando a quanto segnalato dai futures sui principali indici che fanno registrare variazioni percentuali contenute. Il contratto sull'S&P500 cala dello 0,12%, mentre quello sul Nasdaq100 scende dello 0,06%.

Sul fronte macro buone notizie sono arrivate con riferimento al mercato del lavoro visto che nell'ultima settimanale nuove richieste di sussidi di disoccupazione sono state pari a 254mila unità, in calo di 16mila unità rispetto alla lettura precedente rivista verso l'alto da 268mila a 270mila unità. Le attese erano per una conferma della lettura precedente a 268mila unità.

Sulla base dei dati forniti dalla stima ADP si è appreso che nel mese di giugno il numero di nuovi occupati nel settore privato è stato pari a 172mila unità, in rialzo rispetto alla lettura di maggio rivista verso il basso da 173mila a 168mila unità. L'indicazione odierna ha battuto le attese degli analisti che si erano preparati ad una rilevazione pari a 152mila unità.

Un'ora e mezzo dopo l'avvio degli scambi sarà diffuso il consueto report settimanale sulle scorte strategiche di petrolio da parte del Dipartimento dell'energia. Intanto il greggio avanza leggermente in direzione dei 48 dollari al barile, mentre l'oro è stabile a ridosso dei 1.363,5 dollari l'oncia.
In calo il dollaro nei confronti dello yen e malgrado un recupero dai minimi della mattinata viene scambiato a 101,1, mentre il biglietto verde guadagna terreno rispetto all'euro che si riporta a quota 1,107.

Tra i vari titoli, da seguire Ford Motor che ha reso noto di aver registrato nel primo semestre di quest'anno un incremento delle vendite del 6% in Cina, mentre nel solo mese di giugno si è avuto un rialzo del 3%.