Sulla piazza azionaria di Wall Street la prossima correzione del mercato potrebbe essere ampia, grave e profonda come quella vista quasi 20 anni fa, precisamente nel 2001 quando ci fu, prima dell'attacco alle Torri Gemelle, lo scoppio della bolla delle dot-com, ovverosia delle società quotate del comparto Internet.

I rischi a Wall Street secondo Bob Thompson (Raymond James)

Questo è quanto, intervistato da Daniela Cambone, ha dichiarato Bob Thompson, vicepresidente senior e portfolio manager di Raymond James, in virtù del semplice fatto che più a lungo continuerà a Wall Street l'attuale mercato rialzista, peggiore sarà la prossima caduta del mercato.

I rally pluriennali e le false credenze

Inoltre, secondo l'esperto, ci sono segnali che il prossimo mercato ribassista possa arrivare prima di quanto si pensi, con una correzione anche del 40-50% dai massimi, in quanto alla fine di ogni mercato toro a crescere è la credenza che l'azionario non possa mai più andare giù pesantemente.